Cabtutela.it
acipocket.it

Seppellito all’interno di un fusto da 200 litri e coperto da un sacco nero. Uno scheletro in avanzato stato di decomposizione è stato ritrovato nelle campagne di Canosa di Puglia. Sarà l’autopsia disposta dal pm della Procura di Trani a dare conferma che i resti del cadavere possano appartenere a una delle tante vittime della lupara bianca nella zona. I resti – trovati da un agricoltore che ha allertato le guardie campestri – affioravano dal fango di un terreno invaso dall’acqua dopo le piogge di questi giorni. Tra Canosa e Andria sono sparite quattro persone dal 2003 a oggi. Sul posto carabinieri e polizia.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui