Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

BARI – “Lo stadio è clan Strisciuglio”. Non usa giri di parole il nuovo pentito della mafia barese, Michele Miccoli, nel riferire alla Dda chi gestisce gli affari attorno al San Nicola quando ci sono grandi eventi. Dai parcheggi sino alla vendita di gadget, panini e bevande, la cosca controlla tutto. E così è stato anche durante l’ultimo concerto di Vasco Rossi, dove gli uomini del clan avrebbero imposto il pagamento di cinque euro per ogni macchina parcheggiata, avrebbero preteso 800 euro dai paninari. Non solo: anche durante il campionato di calcio, quando gioca il Bari, pretenderebbero un pizzo di circa 30mila euro dai bar all’interno dell’impianto.

\r\n

Pizzo durante il concerto di Vasco Rossi

\r\n

Le sue dichiarazioni sono state depositate dai pm Roberto Rossi e Patrizia Rautiis nel processo sulle estorsioni al concerto di Vasco Rossi. Sulle estorsioni alle roulotte di bibite e panini per le quali la Procura ha chiesto 5 condanne a 12 anni di reclusione contestando almeno 40 episodi in due giorni, Miccoli ha confermato che “dovevano dare i soldi o dovevano chiudere e se ne dovevano andare” e con qualcuno che si sarebbe ribellato “la schiaffeggiata è capitata”. 

\r\n

Così la cosca gestisce i parcheggi

\r\n

Micccoli ha poi raccontato del business dei parcheggi all’esterno dello stadio spiegando che “si mettono le persone che non c’entrano niente con la malavita per fare il parcheggio, imporre 5 euro a macchina e prenderci il ricavato. Poi dando la giornata al parcheggiatore quanto prendeva il parcheggiatore? Mille euro, 100-150 la giornata a lui e 850 euro a noi”. E chi non voleva pagare “si doveva prendere la macchina e la doveva uscire”.

\r\n

I baristi minacciati

\r\n

Il clan, stando al racconto di Miccoli, avrebbe anche “fatto entrare parecchie persone che non pagavano il biglietto”. Alla vigilanza sarebbe bastato uno “sguardo, come a dire: la devi fare entrare e basta, non devi fare pagare il biglietto e falla entrare”. “L’anno prossimo – ha detto Miccoli – inizia il campionato, andiamo da quelli che gestiscono i bar all’interno: soldi. Li vuoi dare durante o li vuoi dare tutti insieme? Quanto è che ti frutta l’arcata dell’anno, 200mila euro, prendi 30 e li dai. E’ finita la canzone. Oppure ogni domenica che sta la partita ci devi dare 2mila, 2mila e 500”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui