Periodo sicuramente travagliato per la dirigenza della Fc Bari 1908 e per i suoi bilanci. Questa settimana infatti negli uffici del club biancorosso si sono presentati per ben due volte gli agenti del Nucleo di polizia tributaria. A raccontarlo è il quotidiano pugliese La Gazzetta del Mezzogiorno. Motivo della visita sarebbero alcuni accertamenti riguardanti i requisiti di continuità aziendale della Società.\r\n\r\nNon c’è quindi nessuna indagine nei confronti dei dirigenti biancorossi. I controlli guidati dal pm Giuseppe Dentamaro servirebbero solo a verificare la solidità economica della Società dopo il rischio di fallimento sventato dall’arrivo del nuovo proprietario, l’imprenditore Cosmo Giancaspro.\r\n\r\nIl fascicolo della guardia di finanza sarebbe stato aperto settimane fa, a ridosso dei playoff. Al vaglio degli agenti ci sarebbero le operazioni in entrata e in uscita del club biancorosso. Tra i documenti acquisiti figurano le delibere assembleari del 6 giugno e i bilanci del club biancorosso. Nello specifico si parla dell’ultimo bilancio sotto la gestione Paparesta e di quello dell’ultima riunione del consiglio di amministrazione della Fc Bari 1908, che ha visto Cosmo Giancaspro sottoscrivere l’aumento di capitale.\r\n\r\nNon ci dovrebbe essere quindi alcuna ipotesi di reato per i membri della Società calcistica barese. D’altronde l’inchiesta non riguarderebbe direttamente il club, ma sembra sia stata avviata a Roma dal pm Paolo Ielo per indagare su alcuni personaggi del mondo del pallone che si sono incrociati con Paparesta e con la Fc Bari 1908, che allora l’ex arbitro ancora dirigeva.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here