Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Arrivo l’esito della Esamopoli della facoltà di Economia dell’Università di Bari. Il Tribunale ha dichiarato “il non luogo a procedere per prescrizione di tutti i reati” nei confronti di 23 imputati nel processo ‘Esamopoli’ sulla presunta compravendita di esami a Economia e Commercio. Assolto “perché il fatto non sussiste” il professor Antonio De Feo, all’epoca docente di Diritto del lavoro.

\r\n

La storia

\r\n

I fatti contestati si riferiscono agli anni 2003-2006. La stessa Procura aveva chiestoal Tribunale di dichiarare la prescrizione dei reati: associazione per delinquere finalizzata a concussione (riqualificata in induzione indebita a dare o promettere utilità), corruzione, falso e rivelazione del segreto d’ufficio. Nel 2009 ci fu l’arresto di 6 persone, e dalle indagini emerse un vero tariffario (da 700 a 3mila euro) per gli esami.

\r\n

Esulta l’avv. Sisto, legale di De Feo

\r\n

“Doppia soddisfazione” è stata espressa dall’avvocato Francesco Paolo Sisto, difensore di De Feo, unico imputato assolto nel merito: “E’ una sentenza giusta e una attestazione della correttezza di un giurista di risaputa competenza quale è Antonio De Feo”.

\r\n

Tra gli imputati i cui reati sono ormai estinti ci sono gli allora docenti di matematica Massimo Del Vecchio e Pasquale Barile, oltre a dipendenti amministrativi dell’universita’, bidelli, studenti e genitori. “Questa sentenza restituisce in parte al professor Barile ciò che gli è stato tolto” ha commentato il difensore, l’avvocato Antonio La Scala.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui