Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Quando abbiamo la necessità di ricordare nomi, date, numeri, lista di cose da comprare, tendiamo a ripeterle più volte ad alta voce o nella nostra mente. Altro tecnica utilizzata è scrivere una o più volte ciò che si cerca di non far sfuggire dalla memoria. Questi metodi possono servire per trattenere le informazioni mnestiche per un arco di tempo più o meno lungo, ma la ricerca ha dimostrato che il metodo più efficace per memorizzare è disegnare ciò che si vuole memorizzare.\r\n\r\nLo studio è stato pubblicato sul Quarterly Journal of Experimental Psychology, e ha dimostrato che disegnare le immagini rappresentative di parole o eventi aiuta a costruire ricordi più forti e più affidabili. Se le vostre capacità artistiche lasciano a desiderare non preoccupatevi! Lo studio ha anche spiegato che la qualità dei disegni non è rilevante. Tutti, quindi, possono trarre beneficio da questa tecnica, indipendentemente dalla bravura.\r\n\r\nSecondo l’autore dello studio disegnare può dare benefici alla memoria in quanto permette l’integrazione di informazioni visive, motorie e semantiche. Il disegno richiede una elaborazione più profonda della parola, che si traduce in una memorizzazione più efficace. Questo tipo di spiegazione riprende un po’ il modello sensoriale-semantico introdotto da Nelson nel 1977, secondo il quale le immagini producono codici sensoriali migliori rispetto alle parole ed inoltre, per risalire al nome di una figura, bisogna accedere al significato.\r\n\r\nNello studio i partecipanti ricevevano una lista di parole: metà di loro dovevano trascriverle e l’altra metà disegnarle. È stato visto che chi ha disegnato ha ricordato più del doppio di parole rispetto a chi ha solo trascritto. Mettendo a confronto i disegni rispetto alla loro qualità è stato visto che questa non interferiva nel ricordo, motivo per cui tale strategia di memoria può essere utilizzata da tutti, che si abbia o meno un talento artistico.\r\n\r\nNaturalmente le tecniche di memorizzazione possono essere diverse a seconda del tipo di dati che si vogliono ricordare. La prossima fase della ricerca sarà proprio vedere se lo stesso principio potrà essere applicato a parole più complesse come i concetti più astratti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui