aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

“L’Amiu, l’azienda incaricata della raccolta dei rifiuti urbani in città, è sparita dalla circolazione. Un’estate piena di disservizi, come mai si era verificato in passato: poco personale, strade sporche e non pulite, bidoni non svuotati e decine e decine di segnalazioni da parte dei cittadini”. La denuncia è dell’associazione Sos Città.

\r\n

“La situazione sta diventando critica in città dove ci sono strade completamente abbandonate a se stesse. Divani, rifiuti, sporcizia lasciata lì da giorni e giorni nonostante noi i primi avessimo segnalato ripetutamente all’Amiu e richiesto interventi d’urgenza” – spiega il presidente di Sos Città, Danilo Cancellaro – a Palese ad esempio sono settimane che i cittadini lamentano la presenza di rifiuti e materiale di risulta abbandonato, ma senza mai ricevere segnali da parte dell’Amiu oppure ancora a Carrassi dove in via Cancello Rotto c’è un divano da oltre due settimane! È chiaro che i cittadini incivili complicano le cose, ma è altrettanto chiaro ed evidente che l’Amiu e l’amministrazione comunale non possono continuare a prendere in giro così i cittadini, come se vivessero in un città che non ha problemi”.

\r\n

“Di quartiere in quartiere la situazione non cambia: Carrassi, San Girolamo, Carbonara, Murat sono tutte vittime dell’incuria dell’amministrazione comunale che mette in evidenza la grossa falla, nonché l’assoluta incapacità di gestione da parte dell’assessore Pietro Petruzzelli, il quale deve rendere spiegazione sul perché di tale inefficienza nonostante i baresi paghino la Tari anche per i mesi estivi – tuona il vicepresidente di Sos Città, Dino Tartarino – Tutto quello che chiediamo è che la città venga rispettata non soltanto dai cittadini, ma anche e soprattutto da parte di chi ci governa. Meno parole, meno selfie, meno maratone e più fatti. Bari merita di più”, conclude.

\r\n

Ecco le immagini

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui