Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Una competizione barese per grandi e piccini di Brazilian Jiu jitsu, arte marziale che sfrutta leve articolari e strangolamenti per immobilizzare l’avversario. Sarà l’Angiulli ad ospitare il “Bari Jiu Jitsu challenge” il prossimo 23 ottobre, l’evento sportivo organizzato dalla società sportiva barese Wcra che ormai da anni vede diversi combattenti di tutte le età sfidarsi sul tatami. Anche quest’anno è presente infatti la sezione “kids”, dedicata agli atleti più piccoli e ai ragazzi fino ai 18 anni che vogliono testare le loro abilità con gli sport da combattimento.\r\n\r\nLe regole dell'”Arte suave” (l’arte dolce, come viene chiamata in Brasile) sono semplici: gli atleti hanno un tempo stabilito per immobilizzare l’avversario attraverso una delle tecniche, sfruttando la forza dell’altro combattente a proprio vantaggio. L’edizione dello scorso anno ha visto oltre 100 atleti da tutta Italia sfidarsi per ottenere le medaglie  e i kimono messi in palio da un’azienda pugliese di attrezzature sportive per i vincitori della categoria “open”, ovvero senza limite di peso.\r\n\r\n”Oltre alla competizione di Napoli – spiega Paolo Girone, head coach della Wcra – siamo gli unici nel Mezzogiorno ad aver creato un evento di Brazilian Jiu Jitsu riconosciuto dall’Unione italiana Jiu Jitsu, una delle più importanti federazioni a livello nazionale. Quest’anno contiamo di ospitare anche atleti stranieri a Bari, oltre ai nostri ragazzi che si sono anche fatti strada tra i professionisti delle mixed martial art a livello nazionale e negli altri sport da combattimento”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui