Cabtutela.it
acipocket.it

“L’organico del Petruzzelli non dovrebbe avere meno di 175 unità. È un obiettivo possibile che non porterà al tracollo finanziario la Fondazione”. Le parole di Pino Gesmundo, segretario generale Cgil Puglia portano una ventata di ottimismo in un periodo molto complicato per i lavoratori del teatro barese. Dopo 5 anni di vertenze e la bancarotta quasi sfiorata dall’ente lirico, al momento il numero dei lavoratori inseriti nell’organico è di 136, un numero troppo esiguo per il sindacalista, che questa mattina ha incontrato la stampa e poi i lavoratori del Petruzzelli nella sede della Cgil di Bari, nel quartiere Japigia.\r\n\r\nPer confermare la sua tesi Gesmundo snocciola assieme a Gigia Bucci, segretario generale Cgil Bari, i dati delle assunzioni negli scorsi anni. “Negli ultimi quattro anni il Petruzzelli ha sempre mantenuto un organico di non meno di 171 persone, tra musicisti, impiegati dell’amministrazione e personale per gli eventi, arrivando a contare 175 unità nel 2016, con una spesa media per l’Ente di 34mila euro a persona. Noi chiediamo quindi di inserire poche decine di persone in più, non credo che porterebbe al fallimento dell’Ente”.\r\n\r\nPer il sindacalista infatti il personale attualmente presente non è adeguato a sostenere i bisogni della Fondazione. Infatti – spiega – “la pianta organica è stata sottoscritta a 136 unità in un momento di particolare pericolo economico e per ottenere il prestito trentennale di cinque milioni di euro a copertura del debito”. Insomma per la Cgil sarebbe un grave errore mettere a rischio la programmazione di uno dei più importanti contenitori culturali sul territorio, che anzi andrebbe incentivato, aumentando il numero di rappresentazioni annuali. “Così – conclude Gesmundo – avremmo maggiori entrate per la Fondazione e potremmo arrivare ad impiegare tutto il personale”.\r\n\r\n”Il numero di lavoratori da utilizzare – gli fa eco Gigia Bucci – per far girare a pieno regime il Petruzzelli dovrebbe essere 185. Non stiamo dicendo follie, se pensiamo che a Cagliari il teatro più piccolo conta un organico di 232 persone”.\r\n\r\nI pochi fondi ministeriali al Petruzzelli\r\n\r\nDurante l’incontro il segretario regionale e quello barese hanno puntato il dito contro il ministero dei Beni e delle Attività culturali , colpevole – secondo loro – di destinare pochi fondi del Fus, il Fondo unico per lo spettacolo, all’Ente. “Il Petruzzelli è l’ultimo teatro d’Italia – ha dichiarato Gesmundo – per quanto riguarda le risorse destinate dal Fus. A noi non pare una cosa normale. Per una volta chiediamo che la politica non si schieri a favore di una parte, ma che si arrivi ad un dialogo per permettere al Petruzzelli di ritornare ad essere un’eccellenza nel settore culturale e degli spettacoli. Dobbiamo solo impegnarci perché i lavoratori possano esercitare un loro diritto, ovvero quello di essere assunti in un’azienda in cui spesso hanno alternato lavoro subordinato e lavoro autonomo e perché l’Ente possa continuare a rendere la Puglia un’eccellenza culturale”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui