Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Una manifestazione per non dimenticare e per tenere accesi i riflettori sul tema della sicurezza ferroviaria: nella riunione del senato accademico l’Università di Bari ha deliberato di consegnare attestati alla memoria degli studenti ed ex studenti deceduti nell’incidente ferroviario del 12 luglio tra Andria e Corato e nel recente terremoto che ha colpito il centro Italia.

\r\n

La cerimonia si svolgerà l’11 novembre, con il ministro dell’Università Stefania Giannini, a Bari, in concomitanza con l’inaugurazione dello student center.

\r\n

Inoltre i rappresentanti della coalizione Up hanno chiesto all’Adisu il riconoscimento dello status di fuori sede agli studenti idonei al Bando “Benefici e Servizi” Adisu 2016/2017 (ad oggi considerati pendolari) residenti nei Comuni interessati dall’incidente e i cui tempi di percorrenza da e per Bari ora sono superiori ai sessantacinque minuti. Tra gli effetti del disastro ferroviario del 12 luglio scorso c’è anche un notevole aumento dei tempi di percorrenza: gli studenti in questione, per raggiungere le sedi dell’Università, oggi impiegano molto più di 65 minuti.

\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

“Gli studenti colpiti direttamente o indirettamente dal disastro ferroviario – spiega Vito Gassi, rappresentante “UP” in Cda A.Di.S.U. Puglia –  stanno vivendo una tragedia nella tragedia. La dilatazione esponenziale dei tempi di percorrenza con mezzi pubblici tra i Comuni di residenza e le sedi dell’Università sta pericolosamente minando il loro diritto allo studio. La Regione e l’A.Di.S.U. devono immediatamente intervenire”.

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui