Cabtutela.it
acipocket.it

Sono finiti in manette lo scorso sabato sera Angelo Cassano e Vincenzo Romano, entrambi baresi rispettivamente di 34 e 33 anni, colti in flagranza di reato dopo aver compiuto un furto in un appartamento di Molfetta. Ad arrestarli dopo una serie di pedinamenti sono stati gli agenti di polizia del commissariato di Bitonto.\r\n\r\nEntrambi pregiudicati, sono accusati di furto aggravato. Uno dei due, Angelo Cassano, era anche sotto sorveglianza speciale, ripetutamente violata per commettere i furti. Alla vista degli agenti si sono dati alla fuga, ma sono stati fermati poco dopo. Le indagini degli inquirenti hanno permesso di ricostruire il modus operandi della banda di scassinatori di appartamenti: utilizzavano sempre la stessa macchina durante le fughe, un’Opel Corsa appartenente alla moglie di Cassano, la cui targa veniva sistematicamente cambiata. L’auto era anche dotata di diversi strumenti utilizzati per i furti, come radio ricetrasmittente, cacciavite e sega flessibile.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui