Il Bari ha rimediato una bruciante sconfitta al Matusa: il Frosinone, vincendo 3-1, ha impartito una lezione di gioco all’undici di Stellone, apparso evanescente in fase di interdizione e poco concreto in attacco.\r\n\r\nBiancorossi disintegrati\r\n\r\nI laziali hanno disintegrato gli avversari: nel primo tempo Dionisi con un preciso diagonale ha portato in vantaggio il Frosinone, nella ripresa il raddoppio dello stesso attaccante con un colpo da calcetto. Terza marcatura di Sammarco. Poi una contenuta reazione del Bari e la rete di Daprelà di testa su cross da calcio d’angolo.\r\n\r\nBari inadeguato\r\n\r\nL’undici di Stellone, ancora alla ricerca di una identità definita, scivola al 13esimo posto, a ridosso della zona retrocessione: il tecnico, applaudito dal suo ex pubblico, deve fare ammenda per aver scelto una formazione inadeguata, penalizzando ancora Ivan, un vero lusso per la serie B (lo slovacco è entrato solo a fine ripresa).\r\n\r\nEccezionale sostegno degli ultras Bari nel settore ospiti\r\n\r\nLa sconfitta è arrivata nonostante l’incessante sostegno di duemila tifosi baresi al Matusa: gli ultras a fine gara hanno fischiato giocatori e tecnico.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here