Cabtutela.it
Aproli

Una nuova stazione che consentirà ai residenti del rione Stanic e del Villaggio del Lavoratore e a chiunque arriverà dalla statale 16 o dalla 96 di lasciare l’auto e prendere il treno per raggiungere il centro in otto minuti. Sopralluogo questa mattina del sindaco Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori Giuseppe Galasso e Carla Palone, dal responsabile della direzione investimenti Sud di Rfi, Roberto Pagone e dal consigliere comunale Massimo Maiorano, per verificare l’andamento dei lavori di raddoppio (per 10,5 chilometri) del tratto compreso tra Bari Sant’Andrea e Bitetto, ultimo tassello della Bari Taranto.

\r\n

La nuova fermata

\r\n

Sarà collegata con un sottopasso al Villaggio del Lavoratore, dove sono in corso di realizzazione una strada con annesso marciapiede e pista ciclopedonale. Nel piazzale esterno della fermata, che sarà completamente illuminato, un’area sarà destinata ai parcheggi: circa 70 posti auto, di cui 4 riservati alle persone a ridotta mobilità, 16 stalli per motocicli e postazioni di bike-sharing. Inoltre, sarà realizzata una corsia stradale riservata agli autobus bus e una dedicata al kiss&ride, per la sosta breve. La fermata potrà essere connessa alla vicina linea ferroviaria FAL Bari – Matera, diventando così punto di interscambio.

\r\n

“Per la città di Bari questa linea e questa fermata hanno una valenza straordinaria – dichiara il sindaco Decaro – perché rappresenta una risposta alla domanda di mobilità dei residenti del Villaggio del Lavoratore, che potranno arrivare qui  a piedi o in bicicletta e raggiungere il centro cittadino in soli 8 minuti con un frequenza nelle ore di punta molto ridotta, ad oggi transitano su questa linea già 41 treni”.

\r\n

I lavori complessivi di raddoppio della Bari – Bitetto, per un finanziamento di 220 milioni di euro, si concluderanno per giugno 2018.

\r\n\r\n\r\n

Sopralluogo Villaggio Lavoratore
Sopralluogo Villaggio Lavoratore
\r\n

I prossimi cantieri

\r\n

Nei prossimi giorni sono in programma sopralluoghi sul cantiere della Bari-Bitritto, sulla nuova fermata “Cecilia” della Ferrotranviaria sulla linea Bari-San Paolo. “Sempre nell’ambito dei finanziamenti richiesti al ministro Delrio – prosegue Decaro – c’è l’ulteriore estensione della linea ferroviaria del San Paolo fino alla zona di viale delle Regioni, la realizzazione di una fermata delle Ferrovie Appulo-Lucane al quartiere Libertà e una fermata della Ferroramviaria in corrispondenza del quartiere San Pio, quartiere con una forte domanda di mobilità. Il nostro obiettivo è quello di utilizzare le linee e le reti ferroviarie che sono presenti sul territorio cittadino, sulle quali esiste già un servizio metropolitano, per effettuare fermate nelle zone più densamente popolate a ridosso della città, così da agevolare la mobilità di residenti e di quanti arrivano da fuori città utilizzando il trasporto pubblico su ferro”.

\r\n

La dismissione dei binari

\r\n

In un secondo momento il sindaco si è spostato nella stazione di Bari centrale dove ha verificato le attività, già in avanzato stato di esecuzione, per il rinnovamento e la razionalizzazione dei binari della stazione centrale. Attività che consentiranno di realizzare la completa interoperabilità fra la rete ferroviaria di Rfi e quella delle ferrovie ex concesse, oltre a liberare ben 14.500 metri quadrati di aree.

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui