Cabtutela.it
acipocket.it

Il Reddito di dignità, la misura nata per dare una mano alle famiglie in difficoltà economica, è ormai realtà. Tra una settimana infatti partiranno i primi 3mila tirocini per l’avviamento al lavoro dei cittadini che hanno fatto domanda. A presentare la “fase A” del Red è il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che rivendica con orgoglio come “la Puglia sia la prima regione italiana a lanciare la misura, che consente di sostenere chi è in difficoltà e reinserirlo nel mondo del lavoro”. All’incontro erano presenti anche l’assessore regionale al Welfare Salvatore Negro, il consigliere del presidente per l’attuazione del programma Titti De Simone e il dirigente della sezione Welfare Anna Maria Candela.\r\n\r\nAd oggi sono state 25mila le richieste di accesso alla misura. Entro dicembre verranno resi noti i primi che potranno beneficiare dei progetti di inclusione sociale previsti dal Red, ovvero un tirocinio o un contributo economico mensile. In totale la Regione Puglia dovrebbe rendere la misura accessibile a 20mila pugliesi, lasciandone quindi scoperti 5mila nel primo anno.\r\n\r\n”Ci aspettiamo – ha spiegato Emiliano – che altre imprese diano la loro disponibilità ad effettuare i tirocini e possano dunque utilizzare questo strumento per ricercare la manodopera e le professionalità di cui hanno bisogno e che i sindaci ancora di più spingano sulle piccole e medie imprese del territorio per ottenere queste disponibilità”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui