Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

La notizia della sezione “Ricordiamo domani” che proponiamo nella giornata odierna è più che mai sentita da chi sta vivendo momenti di paura a causa del sisma che ha colpito l’Italia in queste ore. Dopo la potente scossa che ha svegliato questa mattina il centro Italia, si ricorderà domani un altro sisma avvenuto nella provincia di Campobasso che porta con sé ancora grande dolore.

\r\n

Era il 31 ottobre del 2002 quando alle 11:32 una scossa di magnitudo 5.4 della Scala Richter causò il crollo di una scuola elementare di San Giuliano di Puglia. Nel crollo, 27 bambini e altri adulti persero la vita. La scossa, preceduta nella notte da altri movimenti tellurici di minore intensità, provocò danni tra le province di Campobasso e Foggia.

\r\n

L’area interessata dal sisma del 31 ottobre del 2002 non era mai stata colpita da terremoti rilevanti tanto che queste zone, così come evidenziato dalla INGV terremoti, non rientravano nella classificazione sismica.

\r\nVecchia Classif\r\n\r\n

Schermata Alle
Classificazione valida fino all’entrata in vigore di quella del 2003. I comuni indicati con l’asterisco* NON erano classificati dal punto di vista sismico.
Fonte: INGV Terremoti
\r\n

Dopo questo tragico avvenimento verrà posta particolare attenzione alla classificazione delle zone sismiche, prima tra tutte quella del 2003 grazie alla quale si decise di eliminare definitivamente la dicitura “NON classificato” e scegliendo una suddivisione dei comuni italiani in zone ad indicarne la maggiore o minore pericolosità.

\r\n

\r\n\r\n\r\n

Mappa Sismica 2015
Mappa Sismica Classificazione 2015
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile – Ufficio rischio sismico e vulcanico


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui