Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

I familiari, gli amici storici e un articolato staff legale. Ecco chi ha affiancato e affiancherà l’ex arbitro Gianluca Paparesta nella complessa battaglia legale iniziata con la richiesta al Tribunale di un parere sulla sua istanza per la restituzione del 95% delle quote del Bari, detenute fino al mancato aumento di capitale nel giugno scorso, con il passaggio di mano all’imprenditore Cosmo Giancaspro.\r\n\r\nLa famiglia al fianco di Gianluca\r\n\r\nNella sala dell’albergo cittadino, alla conferenza stampa, era seduto in prima fila il padre Romeo Paparesta, già vicepresidente del Bari nella gestione del figlio oltre che responsabile del settore giovanile, insieme alla cugina Daniela Paparesta, già responsabile di una serie di progetto del club nelle scuole. Nella sala era presente anche Fabio Buonfrate, tra i più stretti collaboratori della presidenza Paparesta.\r\n\r\nI legali\r\n\r\nLo staff legale? Il coordinatore è il professore Vincenzo Donativi, docente accademico alla Lum e alla Luiss, affiancato dalla collega professoressa Caterina Appio, e dall’avvocato Giuseppe Salsarulo. Le azioni sono coordinate dallo studio Donativi e associati e dallo studio Vassallo di Roma. Donativi è un appassionato di motociclismo, partecipando con regolarità alle gare del campionato Gts della Porsche. Salsarulo, invece, segue il calcio, ma non è tifoso del Bari: il suo cuore batte per il Foggia.\r\n\r\nAl termine della conferenza stampa Paparesta ha ricevuto anche l’abbraccio dell’amico notaio Titti D’Alesio, nel cui studio a Terlizzi si sono tenute le infuocate assemblee che hanno poi portato al passaggio di quote e alla presidenza di Cosmo Giancaspro. Paparesta ha infine ringraziato la sua compagna, Micaela Calcagno, per la sua vicinanza in questo difficile frangente che sta affrontando.\r\n\r\nI tempi del giudizio? Anche due anni\r\n\r\n”Abbiamo presentato una azione ordinaria”: ecco il dettaglio che emerge dalle dichiarazioni di Donativi, che insieme al pool studia il caso dal luglio scorso e rappresenta un gruppo di imprenditori romani che vorrebbe investire nel calcio a Bari. I tempi del giudizio? Difficile fare previsioni, anche per l’enorme carico di udienze del Tribunale di Bari. Per completare il giudizio di primo grado potrebbero non bastare un paio di anni.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui