Cabtutela.it

In Puglia si registrano 20mila nuovi casi di tumore all’anno, undicimila tra gli uomini e 9mila tra le donne. Oltre l’80 per cento dei malati di cancro ne manifesta i sintomi per la prima volta al proprio medico di famiglia. Nel corso dell’anno successivo, fino alla diagnosi e durante tutte le fasi specialistiche della cura, i pazienti consultano i loro medici di base per problemi legati alla malattia in media più di 10 volte, circa il doppio del tasso di consultazione con gli specialisti.

\r\n

Sul’incremento dei casi di tumore e sulla necessità di diagnosticare in tempo il cancro, si discuterà nella due giorni organizzata a Villa Romanazzi Carducci, venerdì 18 e sabato 19 novembre durante la settima edizione di “Oncology for Primary Care”. Un’iniziativa a cura di Nicola Marzano, responsabile del reparto di Oncologia dell’Ospedale San Paolo di Bari.

\r\n

In programma anche dibattiti su vari argomenti come “diventare genitori dopo il cancro, terapie biologiche, alimentazione preventiva e cure mirate ai primi sintomi”.

\r\n

Parteciperanno sia dottori specialisti in diversi settori della medicina oncologica sia figure impegnate nella cura della malattia come i medici di base, i tecnici di laboratorio, infermieri e ricercatori. Ma anche biologi, psicologi e dietisti nutrizionisti.

\r\n

Si parlerà di tutti i tipi di tumore e delle novità terapeutiche, ad esempio dell’ immunoterapia nel melanoma, nel tumore al polmone e in quello renale, che agisce sul sistema immunitario, oppure di terapie biologiche, cosiddette “target terapy” che, a differenza della chemioterapia che agisce colpendo anche le cellule sane, è una cura mirata che distrugge soltanto quelle tumorali.

\r\n \r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui