Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

La scoperta dell’amore e della realtà segnano fatalmente il destino di Luca, il giovanissimo protagonista di ”L’incantesimo delle civette” di Amedeo La Mattina (edizioni e/o). L’autore, già ospite del festival di Polignano nella passata edizione, incontrerà gli studenti del Liceo scientifico “Ricciotto Canudo” di Gioia del Colle, il giorno 19 dicembre alle 15 e dei Licei Cartesio di Triggiano, alle 18 presso la sala consiliare del Comune di Valenzano. L’incontro è stato organizzato da Il libro possibile- Winter, in collaborazione con i “Licei Cartesio” e i Comuni di Capurso, Cellamare, Gioia del Colle, Triggiano, Valenzano, l’Assessorato all’industria turistica e culturale della Regione Puglia e il Presidio del libro Cartesio.\r\n\r\nUna Sicilia incantata, immersa in un tempo senza storia e sempre uguale a se stessa, viene sconvolta dall’arrivo improvviso di una troupe televisiva che sceglie Partinico – il paese in cui è ambientata la vicenda- per girare le scene del film tratto dal romanzo di Sciascia ”Il giorno della civetta”. E La Mattina racconta quello sconvolgimento che avviene nel corso di una sola estate. Ma che è al contempo la trasformazione repentina di un intero mondo. Due le parole chiave: mafia e amore. In realtà, la seconda viatico della prima. La conoscenza dell’attrice del film, una bellissima Claudia Cardinale, e per la quale si muovono i primi palpiti d’amore di Luca, diventa il motore della vicenda e di un viaggio di formazione del protagonista che, proprio attraverso l’incantesimo prodotto dall’arrivo di colei che il ragazzo definisce la dea della bellezza, getterà lo sguardo oltre il muro limitato di Partinico e scoprirà un orizzonte diverso, un’ alternativa di vita possibile. E soprattutto suggellerà l’incontro con la lettura. Luca,infatti, divorerà il romanzo di Sciascia nella spasmodica ricerca del e dei perché.\r\n\r\nAmedeo La Mattina ci narra, a distanza di quarant’anni, la rievocazione di quell’estate del 1967, confusa tra sogno e realtà. Perché, come egli scrive: “Ma qual è la differenza? L’anima contiene e confonde tutto. A distanza di quarant’anni mi sembrano più vere le cose che ho immaginato”. E’ il sogno potente della scrittura. A raccontarcelo, Amedeo La Mattina, con la presentazione del romanzo, opera prima, ” L’incantesimo delle civette”nell’ambito della rassegna Il libro possibile- Winter, lunedì 19 dicembre alle 15 con gli studenti del Liceo “Ricciotto Canudo” di Gioia del Colle e l’assessore alla Cultura, Annamaria Longo nel chiostro di Palazzo san Domenico, sede del Comune.\r\nL’incontro di Valenzano , previsto per il pomeriggio alle 18 di lunedì19 dicembre , sarà introdotto dalla prof.ssa Rosella Santoro, direttrice artistica della rassegna Il libro possibile – Winter e dalla dirigente scolastica dott.ssa Maria Morisco. Interverrà il sindaco di Valenzano, dott. AntonioMoro.\r\nDialogheranno con l’autore alcuni studenti del Liceo Cartesio\r\nL’incontro è aperto alla cittadinanza ed è a ingresso libero.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui