Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Il primo esempio in Puglia di “Bilancio partecipativo” arriva dalla provincia di Bari, esattamente dal Comune di Casamassima. Di cosa di tratta? I cittadini, per la prima volta, hanno potuto decidere direttamente cosa finanziare, quali progetti e interventi prevedere nel bilancio di previsione 2017.

\r\n

Oggi sono stati presentati e pubblicati sul sito ufficiale del Comune due bandi – distinti ma strettamente collegati tra loro – grazie ai quali i cittadini contribuiranno a tracciare l’agenda delle priorità. Sono stati infatti i residenti a scegliere, tra le diverse proposte giunte al Comune, cosa dovessere essere realizzato. Un’idea voluta fortemente dalla giunta guidata dal sindaco Vito Cessa. 

\r\n

Il primo dei due bandi riguarda l‘attuazione del ‘Giardino dei ciliegi’, il programma maggiormente votato che darà sostegno allo sviluppo e alla costituzione di reti di impresa agricola. Tra le sue finalità vi è quella di favorire lo sviluppo del sistema economico locale, valorizzando le produzioni agricole, soprattutto quella della ciliegia ferrovia. In questo progetto il Comune investirà 20mila euro.

\r\n

Tra gli obiettivi di questa iniziativa e del progetto ‘Il giardino dei ciliegi’ vi è la valorizzazione della ciliegia casamassimese, anche attraverso l’avvio di processi e-commerce, l’incentivazione della sostenibilità ambientale, sia nella fase di produzione che in quella di lavorazione e commercio, la collaborazione con la cittadinanza, anche in vista della nascita di un laboratorio della tradizione. Il processo di valorizzazione della ciliegia e del territorio casamassimese, tra l’altro, passa attraverso la necessità di identificare appunto ciliegia e territorio attraverso un marchio.

\r\n

Un marchio per l’identificazione del quale è stato emesso il secondo bando pubblico legato all’esperienza del bilancio partecipativo. Il marchio che poi si aggiudicherà il bando sarà registrato.

\r\n

 “L’esperienza del bilancio partecipativo, intrapresa quest’anno in via di sperimentazione, ma sulla quale l’amministrazione intende puntare anche in futuro – osserva l’assessore alle attività produttive del Comune di Casamassima, Rocco Bagalà – dopo un lavoro lungo e condiviso, adesso sta passando alla sua fase di realizzazione, diventando realtà”.

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui