Cabtutela.it
Aproli

Benvenuti al secondo appuntamento con la nuova rubrica di attualità letteraria di Borderline24La rubrica ha lo scopo di riscoprire libri classici e senza tempo, o romanzi ingiustamente trascurati, oppure ancora, nuove uscite particolarmente interessanti, sottolineandone le loro connessioni (più o meno visibili) con le news del giorno.

La vita dei reali è avvolta in un fascino particolare per noi comuni mortali. In particolare, quella dei reali inglesi sembra attirare le maggiori attenzioni internazionali forse perché più di tutte si avvicina alla miglior fiction: tra scandali di corte, incidenti mortali, matrimoni misti e chiassosi divorzi la casata Windsor non annoia mai.

L’ultimo episodio di questa avvincente, chiacchierata, saga riguarda il minore dei figli di Lady Diana, quinto in linea di successione al trono, il principe Henry. L’avvenente erede, fratello di William, si è trovato al centro di una bufera mediatica quando ha cominciato a frequentare la commoner, Meghan Markle, attrice americana di colore (conosciuta dal pubblico italiano per il suo ruolo nella serie TV statunitense, Suits).

La corte inglese si è trovata così, nelle ultime settimane a dover difendere la Markle dai vili attacchi dei tabloid, degni dell’epopea gattopardesca. Nel libro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il protagonista Principe Fabrizio Salina (incarnazione fantasiosa del personaggio realmente esistito nonchè zio dell’autore, Giulio Fabrizio Tomasi) si trova costantemente a difendere la scelta del nipote Tancredi di sposare una borghese, la bellissima parvenu, Angelica.

Il Principe Henry e Meghan Markle

‘Della signorina, Eccellenza non c’è niente da dire: essa parla da sé: i suoi occhi la sua pelle la sua magnificenza sono esplicite e si fanno capire da tutti. Credo che il linguaggio che parlano sia stato ben compreso da Don Tancredi; o sono troppo maligno a pensarlo? In lei c’è tutta la bellezza della madre senza l’odore di beccume del nonno. È intelligente poi! Avete visto come pochi anni a Firenze sono bastati a trasformarla? E diventata una vera signora’ continuava Don Ciccio che era insensibile alle sfumature ‘Una signora completa. Quando è tornata dal collegio mi ha fatto venire a casa sua e mi ha suonato la mia vecchia mazurka: suonava male ma vederla era una delizia, con le sue trecce nere, quegli occhi, quelle gambe, quel petto.. Uuh altro che odore di beccume, le sue lenzuola devono avere l’odore del paradiso!’

Il Principe si seccò, tanto era l’orgoglio di classe, anche nel momento in cui traligna, che quelle lodi orgiastiche della futura nipote lo offesero; come ardiva Don Ciccio esprimersi con questo lascivo lirismo nei riguardi della futura Principessa di Falconeri?

Il Gattopardo (1958)

Sottoposta allo spietato scrutinio dei media internazionali, la Markle, come Angelica, è stata disumanizzata, trattata con becero sessismo, discriminata solo per il colore della pelle. Tutto ciò è stato fatto ignorando il pedigree eccezionale della Markle, politologa e teatrante laureata, umanitaria, attrice di successo e ideatrice di una linea di moda.

Per questo, in un impeto di orgoglio, la Regina, come aveva fatto la personalità di fantasia, ma storicamente attendibile che è il Gattopardo, si è scagliata in difesa della probabile futura principessa consorte con un comunicato della Corona. Questa mossa sorprendente della Regina è sintomo della regale lungimiranza che non può ignorare gli ovvi vantaggi che la situazione porta con sé. Come Kate Middleton, anche Meghan Markle apporta, infatti, alla Corona una ventata di modernità, un’iniezione simpatia trasversale e un guardaroba da invidiare.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui