Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

La nuova serie originale di Netflix approdata sul canale TV on demand ieri 3 febbraio, è ambientata a Santa Clarita, California ed è una commedia familiare scanzonata che mette uno spin particolare alla solita storia di zombie. La famiglia Hammond, composta da padre, madre e figlia teenager è la tipica famigliola americana da pubblicità, o meglio, la tipica famiglia americana da comedy made in U.S.A.

Sheila (Drew Barrymore) e Joel (Timothy Olyphant) sono agenti immobiliari che conducono insieme alla figlia Abby una vita media e noiosa, negli assolati suburbs californiani, circondati da vicini, colleghi e compagni di scuola eccentrici e ficcanaso. La placida mondanità delle loro esistenze viene, però, presto turbata da un virus sconosciuto (probabilmente proveniente da una scimmia o pipistrello) che deve avere infettato Sheila. Sheila, interpretata da Drew Barrymore, manifesta, infatti, tutt’a un tratto, strani sintomi: vomito verde in dosi inaudite, rigurgito di organi, assenza totale di battito cardiaco e incremento dell’appetito sessuale.

Zombie

Dopo un rapido consulto con il nerd della porta accanto, la diagnosi sembra chiara alla famigliola: Sheila è un non-morto, uno zombie. Per l’intrinseca natura zombiesca, è solo questione di tempo prima che Sheila cominci a mangiare carne umana. Non sono, infatti, nemmeno passati i primi 20 minuti della prima puntata che lo zombie Sheila, in preda ad un’incontrollabile istinto famelico, fa la sua prima vittima, la guest star Nathan Fillion (Firefly, Castle).

Ora, a giudicare dal trailer, sembra che l’appetito di Sheila per la carne umana non sarà facile da estinguere e che i membri della sua famiglia siano ben disposti a proteggere e nutrire l’amata madre di famiglia, anche a costo di mietere vittime innocenti nel vicinato.

Sheila e Joel

Per questo, questa commedia paradossale, e a tratti demenziale e originale, è sicuramente sconsigliata ai deboli di stomaco. È, però, consigliata a quegli spettatori che sono curiosi di sapere quale taglio omicida seguirà la nostra novella assassina seriale: se quello selettivo e da giustiziere à la Dexter, o uno più democratico e psicotico à la Hannibal. Per adesso, le premesse ci sono tutte per una serie dall’umorismo leggero, spensierato e di facile accesso à la Modern Family. Per constatarlo con i vostri occhi basta andare su Netflix, dove la serie è già stata rilasciata interamente in 10 puntate da 29 sanguinolenti minuti l’una.

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui