In origine era poco maneggevole, ingombrante ed estremamente costoso (4000 dollari). La forma ne ricordava più un walkie-talkie e non certo i cellulari cui oramai siamo tutti abituati. Motorola DynaTAC 8000x, soprannominato “il mattone” (in inglese “the brick“), fu il primo cellulare a comparire nei negozi nel 1983, inaugurando la prima linea di cellulari (Dynamic Adaptive Total Area Coverage) i cui unici colori disponibili erano il bianco e il nero e la cui realizzazione costò all’azienda oltre un milione di dollari. Pesante e alto 25 centimetri, con una lunga antenna e una batteria poco efficiente, il suo trasporto non era sicuramente comodo e non certo “da taschino” o “da borsetta”. Ciononostante fu la rivoluzione tecnologica che modificò radicalmente la vita di ognuno, che ha prodotto negli anni sempre maggiori esigenze e richieste fino a giungere agli smartphone cui oggi siamo tutti abituati.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here