Rivoluzione per gli studenti di Giurisprudenza dell’Università Aldo Moro di Bari. Il 26 aprile è stata firmata la convenzione per permettere ai ragazzi del quinto anno di anticipare di sei mesi la pratica forense, prima ancora della laurea. Sul sito ufficiale dell’Ordine degli Avvocati di Bari, sarà pubblicata la modulistica necessaria per  partecipare a questa prima sperimentazione.

Ma come funzionerà? Attraverso un’autocertificazione lo studente di Giurisprudenza iscritto al quinto anno dichiarerà di essere in regola con gli esami dal I al IV e di aver acquisito i crediti (almeno le prime parti) degli esami procedurali. La domanda andrà presentata all’Ordine degli Avvocati di Bari e non al Dipartimento di Giurisprudenza. Lo studente, esattamente come un aspirante praticante già laureato, dovrà individuare un avvocato disposto ad accoglierlo per la pratica forense. In futuro sarà predisposto anche un elenco dei professionisti che accettano studenti che anticipano la pratica.

Inoltre, esattamente come un aspirante praticante già laureato, lo studente dovrà versale le quote di: tassa di iscrizione, tassa di conservazione e costo del tesserino.

“La valutazione della didattica nelle università è sensibilmente influenzata dalla presenza di occasioni come questa che permettono agli studenti di accorciare le distanza tra lo studio e l’attività professionale – dichiara Alessandro Recchia componente del Nucleo di Valutazione UniBa della lista UP – Università Protagonista – da studente di Giurisprudenza sono entusiasta per la nuova possibilità che io e i miei colleghi avremo d’ora in avanti; da rappresentante degli studenti sono orgoglioso di aver partecipato ai lavori che hanno reso la pratica forense anticipata realtà, finanche per gli studenti iscritti quest’anno al quinto anno”.

Proprio per rendere la Convenzione in vigore anche per gli studenti iscritti nell’anno accademico in corso al quinto anno “c’è stata una vera corsa contro il tempo tra Miur e Cnf”,  racconta Giuseppe L’abbate, rappresentante degli studenti nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari per la lista Confederazione degli Studenti.

“Il processo di professionalizzazione dei percorsi di studi universitari vede in prima linea il Dipartimento di Giurisprudenza UniBa già da anni; questa occasione di studio sul campo e contemporaneamente pratica professionale infatti – commenta Vito Gassi, presidente dell’associazione studentesca UniVerso Studenti – si aggiunge alle svariate possibilità di tirocini formativi e professionalizzanti presso enti pubblici del territorio, studi legali, associazioni di categoria a cui noi studenti di Giurisprudenza possiamo accedere, a dimostrazione di quanto questo Dipartimento risponda perfettamente alle esigenze di studio e formazione degli studenti che scelgono un percorso di studi giuridico”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here