Cabtutela.it
acipocket.it

Il corteo anti G7 divide: c’è chi sfila compatto dietro striscioni e chi resta defilato sui lati o spia i movimenti del corteo sui balconi della sua abitazione. “Avendo in gioventù partecipato alla manifestazione contro il G8 a Genova non potevo mancare”. Emanuela racconta il suo no al G7 mentre distribuisce volantini. Nessuna paura, tanto che a pochi passi da lei a sfilare ci sono i suoi due bambini, mano nella mano con il marito.

Nicola è, invece, un anziano che legge un volantino che gli ha lasciato una giovane manifestante: “Sono qui come curioso perché qualche incidente c’è sempre in questi casi ma qui è difficile che succeda qualcosa. Questa non è Londra, non è New York, siamo più tranquilli”.

 

Eleonora è tra le persone più energiche e motivate mentre prende  la parola durante il corteo. Dopo il suo intervento abbraccia altre donne militanti prima di rientrare nei ranghi.”Sono stata in Donbass per portare la mia solidarietà alla gente oppressa. Sono stata espulsa come terrorista dal governo di Kiev oltre a ricevere insulti sessisti”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui