“Da lunedì siamo tornati a controllare anche questi posti auto”. Lo racconta uno dei parcheggiatori abusivi sul lungomare a sud di Bari, nei pressi della spiaggia di Pane e Pomodoro. L’area di sosta a pagamento (lato terra) è stata gestita dall’Amtab dal 30 maggio all’11 giugno, quasi due settimane nel segno della legalità con ticket a 1 euro e circa 80 automobilisti giornalieri.

Ma il business nero per 400 posti è nuovamente nelle mani della criminalità. “Il parcheggio non ci è stato affidato in maniera definitiva dal Comune – ha spiegato Francesco Lucibello, direttore generale Amtab -. Dopo le polemiche per le condizioni di lavoro dei dipendenti (come raccontato da Borderline24) rimane attivo solo il parcheggio lato mare”. “Purtroppo  gli abusivi occupano molti spazi”, ha concluso Lucibello.

Sulla stessa litoranea, tra Pane e Pomodoro e Torre Quetta, di giorno si registra un continuo via vai di furgoncini e tre ruote che, senza alcuna autorizzazione, sostano per diverse ore in prossimità delle spiagge: dalla birra fredda alle patatine, gelati e granite a prezzi popolari ma senza scontrino.

parcheggio

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here