Il talento pianistico di Remo Anzovino questa sera per il festival PianOstuni

La seconda edizione di PianOstuni, il festival dedicato al piano e alle sue incredibili sfumature espressive, continua questa sera con il piano solo di Remo Anzovino, eletto da critica e pubblico tra i massimi compositori di musica strumentale italiana e fra i più innovativi pianisti. Le sue musiche accompagnano i viaggiatori di Alitalia in tutto il mondo (ore 21, chiostro San Francesco, ingresso libero)

I più grandi interpreti contemporanei del pianoforte invadono con le loro note i vicoli, le piazze e i chiostri di Ostuni. La seconda edizione di PianOstuni, il festival dedicato al piano e alle sue incredibili sfumature espressive, continua questa sera con il piano solo di Remo Anzovino, eletto da critica e pubblico tra i massimi compositori di musica strumentale italiana e fra i più innovativi pianisti, un avvocato penalista che sa razionalizzare con la toga e far sognare con il pianoforte. Le sue musiche accompagnano i viaggiatori di Alitalia in tutto il mondo (ore 21, chiostro San Francesco, ingresso libero).

A seguire, PianOstuni incontra il mondo del rap, con il progetto “Variazioni” del più autoriale fra i rapper italiani: Dargen D’Amico accompagnato dalla pianista Isabella Turso; insieme hanno dato vita ad un album originale, intenso ed emozionale interamente prodotto da Tommaso Colliva.  (ore 22.30, scalinata Antelmi, ingresso libero). Chiude la sua seconda edizione con Stefano Bollani (venerdì 11 agosto al Torrione Trinchera di Ostuni) con il suo progetto Napoli Trip, nato dal grande amore del pianista per la città partenopea. Una festa della musica che, lasciando libero spazio  all’improvvisazione, passa  da Raffaele Viviani a Nino Taranto, da brani originali di Bollani fino ai classici di Pino Daniele.

PianOstuni è ideato e organizzato da BassCulture srl, in collaborazione con il Comune di Ostuni – assessorato Cultura e turismo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here