Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

Mercato del sesso all’aperto non stop, dalle prime luci del giorno fino a tarda notte. Il caldo torrido dell’estate non ha fermato il business del sesso intorno allo stadio San Nicola e nulla è cambiato nemmeno dopo lo scandalo delle violenze fisiche ai danni dei minori rom (come denunciato delle Iene lo scorso marzo).

I parcheggi e le campagne adiacenti sono state spartite dalla malavita locale in base alle diverse “esigenze” della clientela e al budget economico (dai 10 ai 40 euro): la zona vicina all’antistadio, il campo da calcio per gli allenamenti della Fc Bari in strada Torrebella, è destinata alle prostitute africane che mettono in vendita il proprio corpo mostrandosi in pieno giorno senza slip e con vestiti succinti.

Poco distante, superando via delle Canestrelle, si giunge in una strada senza uscita e senza nome (la segnaletica è stata divelta) prospiciente a delle villette a schiera: qui vige il mercato del sesso gay, ovunque sul selciato si notano decine e decine di condom usati.

I numerosi posti auto a ridosso della Tribuna est sono stati spartiti tra transessuali e una prostituta che da diverso tempo usa la propria automobile anni ’90 come un ufficio mobile per accalappiare clienti. L’area antistante alla Curva sud, oltre alle campagne segnate da rifiuti e casolari in abbandono, è stata occupata da alcune famiglie rom che periodicamente si accampano con camper e roulotte.

Tornando verso il canalone, in strada Torre Tresca e in prossimità degli svincoli per la tangenziale, si ripresentano altre prostitute africane sedute su divanetti fatiscenti o comode spiaggine.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

5 COMMENTI

  1. Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico, sporcizia e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con quest’assurda “Meretriciofobia”.

    • Sono tanti i “se” che lei stesso pone, purtroppo nessuno dei “se” viene soddisfatto. Quasi tutte, per non dire tutte, le donne che “prestano” il proprio corpo sono costrette a farlo, non lo diciamo noi ma le indagini delle forze dell’ordine. Sono donne sfruttate, spesso obbligate a prostituirsi per anni e anni prima di riuscire a “riscattarsi” dalle organizzazioni che le sfruttano. Alcune sono persino minorenni. Poi si pone un problema non solo di igiene pubblica (la invitiamo a farsi un giro in quella zona per rendersi conto con i propri occhi di quale sia la situazione), ma anche di tutela della salute delle stesse donne costrette a vivere in strada per 12-14 ore, in condizioni pessime.

  2. io per me se fossi io le farei mettere in appartamenti in palazzi tutti dedicati a loro alle prostitute e cosi non ci sarebbe problemi nelle strade e comunque diceva lamico francostars che male fanno se non intralciano la circolazione stradale e non danno fastidio a nessuno poi sono in una zona distante dalla città e poi io loro gli voglio bene perche molte volte mi han dedicato un pò di tempo e sono state con me tantissime volte nella famosa zona incriminata di san giorgio a bari sulla statale 16 exsud adriatica e mi han fatto divertire nelle casette chiuse dalle forze dell ordine e dai magistrati che si dice da voci di corridoio vanno pure loro dalle prostitute come gli agenti delle forze dell ordine che devono fare controlli per strada e io le premierei con dei servizi aloro dedicati perche aiutano molta gente sola a risolvere i loro bisogni sessuali quello che altre donne normali non fanno e svolgono un servizio sociale e fanno sentire meno sole quelle persone emarginate da altre donne normali e svolgono una dolce compagnia invece che criticarle bisognerebbe dire loro grazie e essergli grati e dare loro una possibilità di vivere degnamente libere senza essere perseguitate sempre grazie ragazze grazie donne che fate questo servizio di assistenza agli emarginati e gente sola grazie ancora di tutto e speriamo presto che vi trovano una soluzione adatta a voi senza perseguitarvi sempre e combattervi sempre speriamo presto di rivedervi come una volta e di stare insieme a voi un pò a divertirci insieme ciao spero che mi vogliate bene per queste mie parole a presto vostro innamorato

  3. basta con questo meretricio fobia basta con la farsa ansi lasciamole campare queste povere amiche devono pure loro vivere e portare soldi a casa non continuiamo a combatterle ansi lasciamole libere diamogli assistenza sanitaria riconosciamole sul territorio italiano regolamentiamo la prostituzione rendiamola di stato come negli altri stati che e libnera e regolamentata e riconosciuta basta con questa paura delle straniere sono come noi pure se vengono da fuori e sono costrette a questa vita però almeno siamogli grati diciamo ogni tanto grazie a queste ragazze donne che fanno questa vita perche devono sbarcare il lunario devono portare soldi a casa per vivere la famiglia sentite le loro storie parlate con loro sentite che vita fanno da povere devono vivere e mangiare pure loro no ?????????????????? GRAZIE DI DARMI LA POSSIBILITà DI DIRE LA MIA PERCHE IO CON LORO CI HO PARLATO QUANDO SONO STATO CON LORO E HO SAPUTO LE LORO VITE NB MOLTE SONO PURE MADRI DI FAMIGLIA CHE DEVONO Dare a mangiare ai figli che hanno nb

  4. secondo me come detto tempofà ripeto le stesse cose che ho detto tempofa bisogna lasciarle campare le poverine io ci sono stato e ci stò ancora pure se molto ridottamente molto occasionalmente di prima solo qualche volta e devono pure mangiare vivere le poverine sbarcare il lunario portare soldi a casa e campare le famiglie e mangiare e vivere una vita migliore di prima che facevano quando erano a casa senza soldi dobbiamo dirgli pure grazie e io cho parlato e ci parlo quando le incontro e mi dicono sempre le stesse cose grazie che incontri noi e noi tè pure se sono sfruttate dai magnaccia e dai papponi che lofanno con altri interessi crimninali bisogna riconoscerle sul territorio italiano le straniere e dargli assistenza e aiutarle ad allontanare i malintenzionati e pericolosi perche loro svolgono pure un servizio di assistenza agli emarginati ai soli agli ultimi dimenticati da tutti e regolamentare la prostituzione come di stato e lasciarle lavorare e campare e dargli lassistenza sanitaria e lassistenza di aiuto in quel che si può fare per loro e poi lasciarle portare il pane a casa che alcune di loro sono madri di famiglia che devono sbarcare il lunario e devono dare a mangiare ai figli che hanno che alcune han sia figli minori che figli adulti e disoccupati come me e devono dare loro un futuro migliore quindi non contrastiamole diciamo loro pure grazie e scusate lassedio delle forze dellordine per far capire che ce qualcuno che cerca di aiutarle proteggerle quindi grazie ragazze che fate quella vita

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui