Nasce DigiLab, il laboratorio per lo sviluppo della cultura di impresa del Politecnico di Bari. L’avvio è previsto oggi lunedì 18 dicembre alle 15.30 nell’aula magna Attilio Alto del campus di via Orabona, al termine della selezione dei 40 partecipanti previsti dal bando di concorso, tra studenti, laureati e dottori di ricerca entro i 35 anni di età. Giovani alla ricerca di prospettive ed esperti del mondo del lavoro potranno scambiarsi esperienze, confrontarsi sulle idee, condividere sapere e saper fare con l’obiettivo di generare progetti innovativi e sostenibili di business, in linea con le esigenze di un mercato altamente competitivo.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Il metodo, infatti, sarà quello del “contamination lab”: una piccola comunità di docenti e alunni, provenienti da vari ambiti di studio e attività di impresa, nella quale si stimola una contaminazione di idee che possano produrre nuova impresa o nuove soluzioni a problemi di impresa. «È un’iniziativa che conferma il ruolo del Politecnico di Bari nel processo di sviluppo del territorio – commenta il rettore, Eugenio Di Sciascio – nella consapevolezza di essere il maggior presidio di cultura tecnico scientifica in questa parte d’Italia, con una costante attenzione alle dinamiche di un mondo del lavoro sempre più globalizzato».

All’avvio del DigiLab, dopo il saluto del rettore, interverranno i professori Domenico Laforgia, direttore del dipartimento Sviluppo economico della Regione Puglia e Claudio Garavelli, del Politecnico, in veste di direttore del contamination lab.

DigiLab è un progetto del Politecnico di Bari cofinanziato dal ministero per l’Università e la Ricerca, che si inserisce in una rete nazionale di 16 contamination lab in Italia. La formazione sarà svolta nei locali del Politecnico e in altre sedi itineranti, secondo le esigenze, attraverso lezioni di aula, esercitazioni, talk ed eventi tematici, per favorire opportunità di collaborazione e presentare le idee migliori a potenziali partner sul territorio. Il progetto durerà tre anni, con un ciclo semestrale di formazione per ogni anno e focus sui temi della ricerca e della trasformazione digitale delle imprese, le opportunità di business legate al digitale, la green economy, la sanità, la pubblica amministrazione, il turismo, l’agroalimentare, i beni culturali e il terzo settore.

Alla prima edizione del DigiLab, 2017-2018, collaboreranno: Università degli Studi di Foggia, Politecnico di Torino, Università Politecnica delle Marche, Bronica Entrepreneurship Center Technion, I3P, Digital Magics, Exprivia, Banca Popolare di Bari (BpB), Finindustria, IRCCS – Casa Sollievo della Sofferenza, D.A.Re. S.c.ar.l, Distretto Produttivo Puglia Creativa, Distretto Produttivo dellInformatica Pugliese, Distretto Meccatronico della Puglia MEDIS, ANPAS Puglia, WWF Puglia, Camera di Commercio di Bari, Confindustria Puglia, Politecnico di Milano, The George Washington University School of Business (GWU), Dhitech Scarl, Di.T.N.E Scarl, Distretto Aerospaziale Pugliese. Ai partecipanti che termineranno con successo il percorso formativo, saranno riconosciuti 15 crediti formativi universitari.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here