La giunta Decaro ha approvato, questa mattina, due progetti esecutivi per la realizzazione di impianti di pubblica illuminazione nel sottopasso di via Quintino Sella e a lama San Giorgio. Dei due interventi, uno, quello sul sottopasso, mira a rinnovare ed efficientare un impianto di illuminazione ormai obsoleto, l’altro ad illuminare aree attualmente buie in modo da incrementare la percezione della sicurezza, migliorarne la fruizione e rendere più efficaci le eventuali azioni di controllo da parte delle forze dell’ordine.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Il primo progetto, dell’importo complessivo di 97mila euro, riguarda la sostituzione del vecchio impianto con uno nuovo. Il secondo, invece, dell’importo complessivo di 98mila euro, interesserà l’area relativa alla foce del canale San Giorgio, meglio nota come baia,  nel tratto compreso tra  i ponti con la Statale 16 e la linea ferroviaria fino alla costa.

“Si tratta di due interventi molto importanti e attesi dalla cittadinanza – precisa l’assessore comunale Giuseppe Galasso – che risolveranno problematiche più volte segnalate, come nel caso del sottovia Quintino Sella, molto frequentato da pedoni, il cui impianto di illuminazione risale ad epoca remota e presenta inefficienze funzionali che richiedono frequenti interventi di riparazione, peraltro costosi e talvolta efficaci solo per un breve periodo. Il nuovo impianto che verrà eseguito, in linea con la normativa vigente in base alla tipologia e lunghezza del sottopasso, sarà anche caratterizzato da un significativo risparmio energetico e da una maggiore resa illuminotecnica grazie all’uso della tecnologia led di ultima generazione, che consentirà di conseguire un’illuminazione adeguata e omogenea a garanzia anche di una maggiore percezione di sicurezza.
Anche il nuovo impianto previsto nella baia San Giorgio favorirà una maggiore percezione di sicurezza nell’area, attualmente buia, favorendo l’attività di controllo delle forze dell’ordine che potranno meglio contrastare le attività illecite che talvolta vi si consumano, quali abbandono selvaggio di rifiuti o prostituzione, entrambe favorite dall’assenza di illuminazione”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here