“Un atto giuridicamente rilevante che modifichi il Dpcm che contiene il Piano ambientale Ilva nella direzione richiesta da Regione Puglia e Comune di Taranto”: è quanto proporranno il governatore Michele Emiliano e il sindaco Rinaldo Melucci sulla base “della disponibilità del Mise” ad elaborare un documento in questa direzione. Ma fino alla stipula di questa intesa, il ricorso al Tar “non verrà ritirato”. E la richiesta di sospensiva revocata, ha detto Emiliano, “potrà essere reiterata, in qualunque momento se si blocca la trattativa”. Lo hanno annunciato dopo una riunione con i rispettivi staff tecnici nella sede della Regione. “Ora – ha spiegato Emiliano – aspettiamo la convocazione dal presidente del Consiglio Gentiloni, perché io e il sindaco gli andremo a consegnare le ipotesi su cui intendiamo lavorare, e chiediamo al presidente del Consiglio che dia personalmente gli indirizzi di lavoro ai vari uffici tecnici”, perché la sua “terzietà è l’unica garanzia della buona prosecuzione del lavoro”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here