“Un atto giuridicamente rilevante che modifichi il Dpcm che contiene il Piano ambientale Ilva nella direzione richiesta da Regione Puglia e Comune di Taranto”: è quanto proporranno il governatore Michele Emiliano e il sindaco Rinaldo Melucci sulla base “della disponibilità del Mise” ad elaborare un documento in questa direzione. Ma fino alla stipula di questa intesa, il ricorso al Tar “non verrà ritirato”. E la richiesta di sospensiva revocata, ha detto Emiliano, “potrà essere reiterata, in qualunque momento se si blocca la trattativa”. Lo hanno annunciato dopo una riunione con i rispettivi staff tecnici nella sede della Regione. “Ora – ha spiegato Emiliano – aspettiamo la convocazione dal presidente del Consiglio Gentiloni, perché io e il sindaco gli andremo a consegnare le ipotesi su cui intendiamo lavorare, e chiediamo al presidente del Consiglio che dia personalmente gli indirizzi di lavoro ai vari uffici tecnici”, perché la sua “terzietà è l’unica garanzia della buona prosecuzione del lavoro”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here