C’era anche un ragazzino di 14 anni questa notte tra i feriti per i botti al Policlinico di Bari. L’ordinanza del sindaco che vietava i fuochi dal 22 dicembre non è stata rispettata. E in diversi quartieri si è scatenata la guerra dei botti. Al policlinico è arrivato un ragazzino con entrambe le mani ferite. Tra le urgenze anche una donna con fratture e un uomo con ustioni sul tronco e sul viso, con lesioni serie agli occhi.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

A migliaia hanno partecipato invece alla festa in piazza: decine le bottiglie in vetro sequestrate (con un’altra ordinanza era stato imposto il divieto alla vendita e al consumo di bottiglie in vetro) e lunghe file per accedere alla piazza a causa dei controlli all’ingresso.

La festa in piazza è andata avanti per ore. Mengoni è salito sul palco, presentando i suoi successi. Poi all’1 e 20 è stata la volta del dj set di Gabry Ponte.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

1 COMMENTO

  1. Niente… La gente, NON lo vuole capire … Capodanno, NON si festeggia con i botti! Che siamo, in guerra??? Io, sono da SEMPRE stato contro ai botti! Al posto di spendere miliardi di euro per i botti, se ad ogni fine anno si donassero personalmente ERGO: PERSONALMENTE in beneficenza, si farebbe del bene anzichè del male a se stessi ed al prossimo!

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here