Il 2018 sarà l’anno dei grandi cantieri in città. Lavori che si completeranno ed altri che saranno avviati. In pole position troviamo la fine del restyling del waterfront di  San Girolamo (che si porta dietro già un anno di ritardo), di via Sparano e del teatro Margherita. Continueranno i lavori nell’ex mercato del pesce in piazza del Ferrarese e nel teatro Piccinni, la cui consegna è prevista per i primi mesi del 2019.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Ma ai cantieri già in corso se ne aggiungeranno di altri ex novo. A cominciare dalla caserma Rossani e dal polo bibliotecario finanziato con nove milioni di euro dalla Regione. Qui gli operai potranno comparire nei due edifici che saranno ristrutturati già nei primi mesi di questo nuovo anno. Seguirà il parco progettato dall’archistar Massimiliano Fuksas per il quale è pronto il progetto esecutivo e il Comune si prepara a predisporre la gara di appalto.

Il piano periferie

Il 2018 sarà l’anno del piano delle periferie: sette milioni di euro per il Libertà e altri sette per il San Paolo. Nel Libertà saranno ristrutturate 3 piazze nuove (piazza Redentore, Piazza De Nicola, Piazza Disfida di Barletta), riqualificato in forma di boulevard Corso Mazzini. Previsti su Via Ettore Fieramosca e Via Dante interventi di greening e di mobilità sostenibile (zone 30) e un grande parco presso l’area dell’ex Gasometro dove sono terminate le bonifiche. Infine un playground per gli skateboard sotto il Ponte Adriatico.

Il Comune provvederà ad una riqualificazione dei marciapiedi e della pubblica illuminazione a led che incrementerà da 10 a 40 i lumen attuali, aumentando la percezione complessiva di sicurezza. La funzione giudiziaria se si deciderà di trasferirla nelle “ex casermette” non porterà ad un depauperamento del tessuto economico e sociale del quartiere perché sarà sostituita dal trasferimento degli uffici tecnici del Comune di Bari in piazza De Nicola (Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia Privata, Patrimonio e Ambiente) che rappresentano dei forti attrattori per operatori economici, cittadini e studi professionali e che funzionano anche fino al tardo pomeriggio.

Per il San Paolo ecco gli interventi:

  • sistemazione corte triangolare, piazzetta di Via G. Fiore e percorso pedonale di collegamento.
  • Via Giaquinto, percorso ciclabile di collegamento alla fermata metropolitana Cittadella e piazza antistante.
  • Viale delle Regioni.
  • Rotatoria Viale delle Regioni – Viale Europa.
  • Viale Puglia e nuova Piazza San Paolo.
  • Percorso ciclabile di collegamento tra Piazza San Paolo e stazione metropolitana Regioni e piazza antistante.
  • Percorso pedonale di collegamento tra l’area a servizi e il Parco Romita e attrezza ture di gioco.
  • Piazzetta Via degli Abruzzi.

Viabilità e verde

In tema di viabilità l’intervento principale è quello dell’allargamento di via Amendola, il cui cantiere partirà già per fine gennaio: si passerà da 2 corsie a 4, questo per snellire il traffico sia in entrata che in uscita. Previsti una pista ciclabile, tre rotatorie, decine di nuovi alberi.

Operai anche in via Argiro per il rifacimento dei marciapiedi e in via Roberto da Bari per il restyling dei due isolati chiusi al traffico. “Attenzione anche ai nuovi giardini come quelli di Carrante e Tridente o Isabella d’Aragona – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso – alle palestre a servizio delle scuole del San Paolo e di Torre a Mare, e forse riusciremo a partire anche con il nuovo campo da rugby a Catino. Solo per citare alcune delle opere in programma”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here