Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it
In Puglia il fabbisogno di farmaci per i poveri è aumentato di oltre il 4 per cento in un anno. E sono i minori ad avere le difficoltà maggior. Questo il dato più saliente che accompagna la XVIII Giornata di Raccolta del Farmaco – che si svolgerà il 10 febbraio prossimo in tutta Italia – e che rappresenta uno strumento di solidarietà concreta per contrastare il crescente disagio economico e sociale che colpisce in misura sempre maggiore i cittadini più fragili. Nelle 120 farmacie delle province di Bari e Bat che aderiscono all’iniziativa e ne espongono la locandina, sarà possibile, grazie alle indicazioni del farmacista e all’assistenza di oltre 450 volontari, acquistare uno o più medicinali da banco da donare ai poveri. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente ai 55 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus, tra cui Caritas, Sant’Egidio, Associazione Incontra, Associazione Don Tonino Bello. La richiesta di medicinali da parte degli enti caritativi – convenzionati con il Banco Farmaceutico e che assistono le persone in stato disagio economico che non possono più acquistarli – continua a crescere anche in tutta Italia, come in Puglia. 
A livello nazionale, in cinque anni (2012 – 2017) la richiesta di farmaci da parte degli enti è aumentata del 27,4 per cento, mentre il numero degli indigenti è cresciuto in 1 anno del 4 per cento. In particolare, sono aumentati i poveri minorenni, in crescita percentuale del 3,2 (soprattutto minorenni italiani, in aumento del 4,5 per cento).
I dati sono stati presentati oggi a Bari nel corso della conferenza stampa di lancio della Giornata di Raccolta del Farmaco 2018. La conferenza si è svolta nella sede dell’Ordine dei Farmacisti Bari e Bat. Sono intervenuti Francesco Di Molfetta (delegato territoriale di Fondazione Banco Farmaceutico onlus); il sen. Luigi D’Ambrosio Lettieri (presidente dell’Ordine dei farmacisti di Bari e BAT), Vito Novielli (presidente Federfarma Bari), Michele Pellegrini Calace (presidente Federfarma BAT).
L’auspicio di tutti è che quest’anno la raccolta si possa incrementare, considerato il crescente fabbisogno e il momento particolarmente delicato in Puglia, come nel resto del Paese e soprattutto al Sud. Come emerge, infatti, da tutti gli indicatori socio-economici, circa la metà delle famiglie italiane non riesce ad arrivare alla fine del mese ed è in aumento il numero di persone che si avvicina alla soglia della povertà assoluta. In questo contesto, la farmacia conferma il suo ruolo importante nell’ambito del sistema sanitario nazionale, grazie alle competenze professionali e alla capillare presenza sul territorio, sul fronte dell’assistenza, della tutela della salute e della stessa sostenibilità del sistema. Il successo della iniziativa, è stato sottolineato durante la conferenza stampa, è possibile, ogni anno, anche grazie al determinante e preziosissimo contributo di numerosi volontari (350 lo scorso anno, quest’anno 450) che donano il proprio tempo per organizzare e realizzare la Giornata di Raccolta, oltre alle farmacie e agli Enti che aderiscono ogni anno in numero sempre più consistente.
Le cifre a consuntivo della Giornata di Raccolta del Farmaco dell’anno scorso, incoraggiano a proseguire sulla strada della solidarietà: nelle sei province pugliesi, hanno aderito alla scorsa edizione della GRF 225 farmacie e, nelle solo province di Bari e Bat, 112 farmacie in cui sono stati raccolti 9.492 farmaci per un valore di 64.826 euro. Ne hanno beneficiato più di 52mila persone assistite da 57 enti.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui