Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Una velostazione all’interno nel Polipark e della stazione delle Fal al Policlinico. La giunta ha approvato il progetto da 353 mila euro.

La prima parte dell’intervento prevede spazi adibiti a velostazione all’interno dell’area della stazione FAL al fine di permettere ai pendolari di sostare in attesa dei treni, mentre la seconda prevede la riqualificazione di uno spazio all’interno del Polipark, attualmente inutilizzato, destinato al parcheggio delle biciclette, ma sprovvisto di rastrelliere, impianti di videosorveglianza ed elementi fisici che impediscano il furto dei mezzi.

In linea con quanto previsto dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, si intende così creare nell’area un polo integrato per la mobilità sostenibile con un sistema multimodale bici-treno-bus-gomma che possa diventare una buona pratica a livello nazionale anche in vista degli eventi in programma nel 2019 con Matera Capitale europea della Cultura. Le Ferrovie Appulo Lucane saranno infatti il principale sistema di collegamento tra le città di Bari e Matera per gli utenti, che potranno usufruire della velostazione come parcheggio sicuro per le proprie bici e recarsi nel capoluogo lucano.

Inoltre la stazione FAL Bari-Policlinico è attualmente soggetta a lavori di ammodernamento nell’ambito del progetto di ampliamento e potenziamento della linea Bari – Matera volto sia ad incrementare le capacità dell’infrastruttura sia a migliorare la fruibilità degli spazi aperti al pubblico. Senza trascurare che la realizzazione della velostazione offrirà un parcheggio protetto all’utenza del Policlinico – lavoratori e studenti – che oggi sono costretti a lasciare le biciclette in luoghi non attrezzati.

“Realizzare una velostazione presso la fermata Policlinico delle FAL e all’interno del Polipark – commenta il sindaco di Bari, Antonio Decaro – è un intervento perfettamente coerente con la nostra scelta di favorire la mobilità sostenibile per decongestionare il traffico cittadino e ridurre le emissioni inquinanti, migliorando la qualità dell’aria e della vita stessa dei cittadini. I luoghi scelti sono strategici in quanto punti di interscambio con le infrastrutture di mobilità esistenti attraverso l’utilizzo del treno, in entrambe le direzioni, e del trasporto su gomma, considerato che nelle vicinanze sarà realizzata una fermata per i bus navetta del Park & Ride che permetterà agli utenti di raggiungere comodamente il centro cittadino”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui