Giovanissimi avanti, Juniores e Allievi a casa. Questi i verdetti dei gironi per le rappresentative della Puglia al 57° Torneo delle Regioni di Calcio a 11, la manifestazione organizzata in Abruzzo dalla Lnd.

Domani alle 10, a Ortona, i Giovanissimi affronteranno il Lazio ai quarti di finale. Il tecnico dei giovanissimi, Paolo Dalena, può essere soddisfatto del torneo disputato finora dai propri ragazzi nonostante la sconfitta ininfluente per 1-0 maturata ieri contro le Marche. I baby pugliesi hanno giocato alla pari con gli avversari, mantenendo il match in equilibrio fino alla fine. Poi, nei minuti di recupero, è arrivata la rete dei marchigiani, che si sono aggiudicati l’intera posta in palio all’ultimo respiro. Nessun dramma per la sconfitta, perché i giovanissimi avevano staccato il pass qualificazione in occasione della gara di ieri contro il Friuli VG. Qualsiasi fosse stato il risultato di ieri, l’undici di Dalena avrebbe disputato i quarti di finale almeno come migliore delle seconde. “Prima della partita ho comunicato ai ragazzi che avrei risparmiato qualche acciaccato e diffidato, per cercare di avere tutti a disposizione mercoledì. Ho voluto dare minuti anche a chi ha giocato meno nelle prime due uscite, per trovare anche nuove idee in vista del proseguo del torneo. Nella mia squadra non esistono seconde linee, sono tutti indispensabili – conclude il tecnico nocese – al raggiungimento dell’obiettivo che ci siamo prefissati all’arrivo in Abruzzo”.

Dopo due sconfitte consecutive rimediate ad opera di Calabria e Friuli VG, gli allievi pugliesi ottengono finalmente una vittoria convincente per 3-1 contro i pari età delle Marche. Eppure l’avvio del match non aveva fatto presagire nulla di buono, con gli avversari bravi a passare in vantaggio dopo appena un quarto d’ora dal fischio d’inizio. Stavolta però è stata prepotente la reazione della squadra di Salvatore Delvecchio, che ha subito pareggiato i conti con Iaia (Accademia Calcio Monopoli). Al 55′ le Marche hanno la possibilità di portarsi nuovamente in vantaggio dal dischetto, ma il penalty viene parato dall’estremo difensore pugliese. È una sfortunata autorete di Bragagnolo a portare avanti la Puglia, che poi legittima il successo nel recupero con un gol di Scarci (FC Taranto 1927). Al termine della gara ha parlato il tecnico dei giovanissimi, Salvatore Delvecchio. “È stata un’esperienza utile, che serve a crescere. Anche nei momenti difficili, la squadra ha sempre risposto bene giocando la palla da dietro e costruendo una buona manovra. È mancata la forza di reagire quando siamo passati in svantaggio, probabilmente mancava un leader in mezzo al campo che potesse stimolare i  compagni. Io credo che questa squadra sia tecnicamente di buon livello, purtroppo però la componente fortuna è importante per andare avanti in questo genere di manifestazioni. Dovevamo essere meno leziosi è un tantino più concreti per raccoglie qualcosa in più, ma sono contento del gioco che abbiamo fatto vedere ai nostri tifosi. In futuro – conclude Delvecchio – cercheremo di fare meglio”.

Alla juniores serviva una vittoria per sperare nel ripescaggio ai quarti di finale fra le migliori seconde del torneo. Contro le Marche, invece, arriva un’altra amara sconfitta da digerire. Eppure l’avventura dei pugliesi nel TDR era iniziata nel migliore dei modi, con una scoppiettante vittoria contro la Calabria vanificata dalle due sconfitte consecutive. Dopo una prima frazione che vede la squadra di mister Tavarilli prevalere nel possesso palla e subire gol all’unico tiro in porta degli avversari, nella ripresa i pugliesi alzano il ritmo alla caccia del pareggio ma vengono colpiti altre due volte nel finale per un 3-0 che suona quasi come una beffa.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here