La Federazione Italiana Giuoco Calcio ha predisposto organi di controllo sulla gestione economica finanziaria delle società di calcio professioniste. Nel  sistema appena citato, è venuta a costituirsi la CO.Vi.SO.C, acronimo della “Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio”. Si tratta di un organo tecnico con poteri consultivi, di controllo e di proposta. Nello specifico, vediamo che la Co.Vi.So.C. formula proposte al Presidente federale per: l’individuazione degli indirizzi e dei criteri circa l’esercizio dei poteri spettanti alla Federazione nelle materie concernenti l’applicazione degli artt. 12 e 13 della legge 23 marzo 1981, n. 91 e, in generale, sugli aspetti economico-finanziari del calcio professionistico. Su richiesta del Presidente federale, inoltre, essa fornisce pareri su questioni afferenti alla propria competenza.

Per quanto concerne l’attività di verifica, col fine di garantire il regolare svolgimento dei Campionati, così come previsto dall’art. 12, comma 1, della legge 23 marzo 1981, n. 91, modificato dalla Legge 18 novembre 1996, n. 586, alla Co.Vi.So.C. è attribuita una funzione di controllo sull’equilibrio economico-finanziario delle società di calcio professionistiche e sul rispetto dei principi di corretta gestione.

Ne consegue che la Co.Vi.So.C. può:

  1. “richiedere alle società il deposito di dati e di documenti contabili e societari e di quanto comunque necessario per le proprie valutazioni;
  2. proporre al Consiglio federale parametri atti a verificare la sussistenza di corrette condizioni di gestione sotto il profilo economico-finanziario;
  3. proporre al Consiglio federale modalità di determinazione degli aggregati ai fini del calcolo dei rapporti di cui sub b);
  4. proporre al Consiglio federale la modifica, con riferimento a singole società, delle modalità di cui sub c) per tenere conto degli effetti di carattere economico-finanziario e patrimoniale di specifiche operazioni connesse con l’attività sportiva”.
  5. proporre l’attivazione di indagini e procedimenti disciplinari nell’ambito delle sue attività

In virtù del ruolo assunto dal questa Commissione, le Società professionistiche devono periodicamente adempiere ad alcuni oneri, che si distinguono a seconda della loro Lega di appartenenza.

Tra le incombenze, è opportuno evidenziare l’obbligo di comunicazione dei bilanci di esercizio, relazioni semestrali, Informazioni economico-finanziarie previsionali, emolumenti, ritenute, contributi e tutto quanto sancito dalle N.O.I.F.

Nelle more di quanto richiesto, i clubs saranno soggetti a sanzioni a norma di quanto previsto dal Codice di Giustizia sportiva e dai regolamenti federali.

Nonostante la funzione svolta, non v’è chi non veda che l’attività della Commissione è in linea con i principi etici sportivi e la propensione dei regolamenti federali a tutelare gli addetti ai lavori, siano essi sportivi, dirigenti e società.

Per info e approfondimenti, scrivere a avvocato@valentinaporzia.com

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here