Cabtutela.it
revolution-academy.it

Sessanta immobili pubblici e privati aperti al pubblico e due giorni di visite nell’ambito della iniziativa “Cortili aperti”, che interessa tutta l’Italia per far conoscere le dimore storiche. Un primato nazionale del quale Bitonto e i suoi amministratori vanno orgogliosi, come sottolinea una nota dello stesso Comune. “Bitonto è fra le tappe più importanti d’Italia: intanto perché – viene spiegato nel comunicato – l’iniziativa si svolge su due giornate e non in una, come nel resto del Paese, e poi sopratutto per numero di cortili che verranno aperti, in qualche caso per la prima volta in assoluto al pubblico, come la cappella di San Salvatore, annessa al palazzo Ancarano, finalmente accessibile dopo un lungo restauro. Da non trascurare il chiostro medievale di San Francesco d’Assisi e Palazzo Bove Planelli Termite, quello del balcone teatro della storia fra gli innamorati Pietà e Termite, una leggenda per molti versi simile a quella di Romeo e Giulietta”.

I sessanta immobili pubblici e privati aperti alle visite, tutti di grande rilevanza storico-artistica, si trovano nel centro antico, nella parte ottocentesca della città e fuori dalle mura. Oggi pomeriggio, alle 18, partendo dalla Porta Baresana, in piazza Cavour, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, farà un giro inaugurale della sesta edizione di “Bitonto Cortili Aperti”, iniziativa organizzata dalla sezione pugliese dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, in collaborazione con il Comune.

I cortili potranno essere visitati stasera dalle 18 alle 22 e domani 27 dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 22. Ad accogliere i visitatori ci saranno complessivamente oltre 800 studenti di tutti gli istituti superiori e delle scuole medie inferiori della città, che racconteranno le storie delle dimore, anche in lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco, rumeno, albanese e arabo). Gli organizzatori prevedono l’arrivo di migliaia di persone a Bitonto da ogni parte della Puglia: tantissime infatti le richieste di informazione giunte dappertutto, anche da fuori regione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui