Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

La tendopoli del Palagiustizia non verrà rimossa in tempi brevi. “E’ l’unico argomento che può mettere pressione al ministero della Giustizia per trovare una soluzione rapida”, ha commentato Giuseppe Volpe, procuratore di Bari, nel corso dell’assemblea straordinaria indetta dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati al fianco della locale Camera penale che si è svolta stamani all’Anchecinema.

L’inagibilità dell’edificio in via Nazariantz ha reso necessario lo svolgimento delle udienze di rinvio dei processi penali ordinari all’interno di tre tensostrutture montate dalla Protezione civile regionale, con inevitabili disagi e disservizi per cittadini e lavoratori. Dopo il corteo silenzioso di ieri tra le strade del quartiere Libertà proseguono le polemiche contro la gestione dell’emergenza edilizia denunciata già dal 2015.

“Vogliamo subito una sede sostitutiva, sono necessari quindicimila metri quadrati tra aule, uffici e archivi”, ha spiegato Domenico De Facendis, presidente del Tribunale di Bari. Le soluzioni di trasferimento indette del ministero non convincono avvocati e magistrati. Al momento è stata scelta l’ex sede distaccata di Modugno (fino al 12 settembre per le udienze penali), e l’immobile in via Brigata Regina (destinato solo per rappresentanti della procura e gip per affari urgenti). Spazi che sono stati dichiarati insufficienti. In contemporanea è stata avviata un’indagine di mercato (senza tempi certi) mentre l’accorpamento degli uffici giudiziari all’interno delle casermette richiederà almeno 15 anni. Presenti al dibattito pubblico anche i vertici di Anm e Csm, assenti i rappresentati politici nazionali. In platea alcuni consiglieri comunali d’opposizione.

“Sono fiero della pazienza, abnegazione e spirito di sacrificio di tutti i colleghi”, ha aggiunto Giovanni Stefanì, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari. “Da Roma interessa solo che vengano smontate le tende, vogliono sbarazzarsi del problema e le idee finora messe sul tavolo esaudiscono un quarto delle esigenze”, ha concluso Gaetano Sassanelli, presidente della Camera Penale di Bari.

Nel frattempo per ridurre il rischio crollo, l’Inail ha sostenuto le spese per lo spostamento di armadi e faldoni al piano terra. E’ stata trasferito il distretto di polizia giudiziaria e nelle prossime ore saranno annunciati dei turni di lavoro “speciali” del personale amministrativo, che sarà suddiviso in due turni tra mattina e pomeriggio. Tra le ultime novità anche il coinvolgimento del Genio Militare, convocato dalla Prefettura per intervenire con uomini e mezzi al fine di rendere più stabili le tre tende della Protezione civile.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui