Bari, tribunale senza sede: Comune pronto a prorogare lo sgombero. Decaro: “Aspettiamo solo la richiesta”

L'eventuale proroga consentirebbe a magistrati e avvocati di mantenere attiva la giustizia barese

1101

Cabtutela.it
acipocket.it

Il Comune di Bari è pronto a prorogare l’ordinanza di sgombero del Palagiustizia di via Nazariantz “se qualcuno lo chiederà”. L’edificio doveva essere sgomberato entro il 30 agosto ma nel frattempo il Ministero non ha ancora individuato una sede alternativa. L’eventuale proroga comunale consentirebbe a magistrati e avvocati di mantenere attiva la giustizia barese. Infatti a causa dell’insufficienza di uffici e aule giudiziarie lo sgombero parziale in via Brigata Regina imporrebbe la suddivisione dell’orario di lavoro in quattro turni.

“La struttura è inagibile – spiega nel video il sindaco Antonio Decaro – la tempistica di 90 giorni serviva a trovare nuova struttura che non è stata ancora individuata. Il Comune non può fare una proroga se nessuno lo richiede. Non sono abituato al gioco dello scarica barile ma non posso prendere responsabilità di altri. Rischiamo di far saltare il sistema della giustizia penale della città che può essere annullata completamente. Le udienze sono bloccate fino a settembre, magistrati e avvocati ci raccontano che lo sgombero parziale non risolve il problema. Sarà impossibile lavorare”. Per questo il sindaco ha annunciato che l’amministrazione sta lavorando alla proroga.

“Mi aspetto – conclude Decaro – che tra sette giorni lì ci siano i sigilli. Se qualcuno ce la chiede la proroga, disposti a dare qualche giorno in piu’.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui