Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Dopo 43 anni, ad inaugurare la Fiera del Levante di Bari oggi sarà di nuovo un presidente del Consiglio nato in Puglia. Dopo Aldo Moro, alle 10 e 30 toccherà a Giuseppe Conte, originario della provincia di Foggia, dichiarare “ufficialmente aperta” la Campionaria.

Una frase di rito che si ripete da 82 edizioni ma che, dopo anni sottotono, oggi torna ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica per diversi motivi. Perché si parlerà di temi attuali e che non riguardano solo la Puglia: Ilva e Tap su tutti, ma anche immigrazione. L’alto numero di giornalisti accreditati, oltre 200, testimonia che è tornata a crescere l’attenzione sulla Fiera.

La cerimonia sarà aperta alle 10 e 30 dal discorso del sindaco di Bari, Antonio Decaro, seguirà quello del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e successivamente prenderà la parola il neo presidente della vecchia Fiera del Levante, Pasquale Casillo. Poi toccherà ad Alessandro Ambrosi, presidente della Nuova Fiera del Levante, che, infine, darà la parola all’ospite d’onore, il premier Conte. Al termine dei discorsi, il presidente del Consiglio visiterà i padiglioni. Con Conte dovrebbe essere presente il ministro del Sud, Barbara Lezzi.

Sono oltre 600 gli espositori che riempiranno i padiglioni dall’8 al 16 settembre, più di 200 gli appuntamenti in programma, con particolare attenzione all’imprenditoria giovanile, alle innovazioni tecnologiche, a terzo settore, artigianato, enogastronomia. Nelle decine di padiglioni della campionaria barese saranno esposti migliaia di prodotti, macchine e merci: dall’automotive ai servizi, dall’arredamenti di interni agli arredi da giardino, dall’artigianato all’edilizia. Ci saranno poi gli spazi dedicati alla formazione, alle start up e all’handmade, al Polo delle arti e della cultura, alla promozione turistica pugliese, all’innovazione e alle nuove tecnologie. La tradizionale Galleria delle Nazioni si arricchisce quest’anno delle presenze di Georgia, Gran Bretagna e Vietnam insieme con altri 24 Paesi del mondo. Per l’Anno nazionale del cibo, ci saranno spazi dedicati alle eccellenze di Puglia, Sicilia, Abruzzo e Basilicata.

La Campionaria sarà aperta al pubblico nel primo pomeriggio a partire dalle 14,30 e sono già diversi gli appuntamenti:  alle 15., nel padiglione 115, centro nevralgico delle attività del “Polo della arti” parte  Classes in glass a cura del Balletto del Sud , masterclass gratuite con protagonisti internazionali. Alle 16  prenderà il via Puglia Sounds Musicarium, scuola dei mestieri della musica promossa da Puglia Sounds, che sino all’11 settembre prevede un fitto calendario di lezioni su 10 importanti discipline (musica, fotografia, canto, teatro). Alle 17 inizieranno anche i  laboratori riservati ai più piccoli a cura di “Lilith me 2000” nell’ambito dell’iniziativa Un mare di libri. Alle 18 nel padiglione 18, showcooking di prodotti tipici di qualità pugliesi.

Il costo del biglietto è di 3 euro, chi arriva in bicicletta potrà entrare gratis.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui