Cabtutela.it
acipocket.it

Ci sarà anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sul palco di “Landru”, la messinscena originale che riprende una delle storie celebri del ‘900, in programma giovedì 20 settembre alle 21 presso l’Anche Cinema di Bari. Lo spettacolo organizzato dalla Commissione Cultura, Spettacolo e Sport dell’Ordine degli Avvocati di Bari e l’Aiga (Associazione Italiana Giovani Avvocati – Sezione di Bari) porterà in scena Gianni Ciardo, che vestirà i panni del protagonista, in collaborazione con l’avvocatessa Ebe Guerra. Oltre a quella di Emiliano, prevista anche la partecipazione di Giovanni Stefanì, presidente dell’Ordine degli avvocati di Bari.

“Landru trasporta gli spettatori in una dimensione surreale, e a tratti grottesca, in cui spazio e tempo non contano, i fatti non sono fatti e le prove non sembrano provare alcunché, dove la razionalità è sospesa e l’impossibile – per quanto possa apparire inconcepibile – accade, e regnano sovrani solo stupore e meraviglia”, si legge nella presentazione dell’evento. Prenderanno parte alla messinscena anche Carlo Mariani, Roberto Tartaro, Katia Di Cagno, Francesca Di Cagno, Alessandro Volpe, Germana Genchi, Michele Grossi, Maria Rosaria Losacco, Pietro Putignano, Carmela Martiradonna, Maurizio Lo Conte, Marco Mintrone, Daniele Martinelli, Mariantonietta Ciocia, Stefania Ciocchetti, Clemi Tinto, Massimo Sfregola, Antonio Bracciodieta e Leonardo Sciacovelli.

Intanto oggi è stata presentata l’intera stagione dell’Anchecinema che sarà inaugurata da  Daniele Sepe, con Giovanna Carone e Mirko Signorile  il prossimo 6 ottobre, con il concerto di Farlibe Duo Feat.

Il programma di appuntamenti in cartellone è stato illustrato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, da Andrea Costantino, amministratore unico dell’AncheCinema alla presenza dell’assessore alle Culture Silvio Maselli e della presidente del Municipio I Micaela Paparella.

“Sono contento – ha dichiarato Silvio Maselli – di essere qui a presentare il cartellone di AncheCinema. Un luogo prezioso recuperato alla città dallo spirito imprenditoriale, la passione, l’impegno e l’investimento di non poco conto che Andrea Costantino e i suoi soci hanno compiuto in questi anni di rinnovata attività e di esercizio. L’ex Royal è un luogo dell’anima della città Bari e uno di quei pochi spazi sopravvissuti alla crisi devastante che alla fine degli anni 90 ha travolto le sale cinematografiche della città mettendo in ginocchio le monosale e cambiando per sempre il volto delle città. È appena il caso di ricordare la ubriacatura delle sale bingo che hanno lasciato morti e feriti nella città rovinando intere famiglie dedite al vizio del gioco. In questa ubriacatura, in questa follia alcuni edifici si sono salvati e non sono diventati garage e supermercati. Uno di questi è proprio AncheCinema, che si è salvato grazie allo straordinario impegno di giovani esperti del settore culturale e, soprattutto, audiovisivo del territorio”.

“Coltivare un pubblico affezionato e creare un luogo accogliente – ha spiegato Andrea Costantino – sono gli obiettivi che continuiamo a perseguire sostenuti in questo percorso dalle istituzioni pubbliche. In particolare vorrei parlare del rifacimento della facciata del teatro e del concorso di idee che lanceremo a tal fine. Pensiamo infatti alla realizzazione di un giardino verticale, a un’installazione di street art e a un progetto di illuminazione artistica per i quali invitiamo sin d’ora i cittadini del quartiere, gli artisti e i professionisti a dare il proprio contributo per rendere  sempre più condiviso questo spazio che appartiene a tutta la città”.

(foto AncheCinema)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui