Cabtutela.it

Già 1.300 i pugliesi che hanno chiesto nei primi tre giorni di andare in pensione prima grazie al provvedimento “quota 100”.

“Una delle battaglie storiche della Lega, bandiera di Salvini sventolata fin dai tempi delle dure critiche rivolte ad Elsa Fornero, si sta materializzando in opportunità concreta di andare in pensione per migliaia di Italiani”, dice il deputato pugliese leghista Rossano Sasso, che in una nota esprime soddisfazione “per il dato che vede la Puglia ai primi posti in questa speciale classifica dei diritti restituiti”. “Nelle prime 3 giornate infatti in cui è stato possibile presentare domanda (e quindi con requisiti previsti già verificati) per quota 100 – afferma – davanti agli sportelli degli enti preposti ma anche on line, ben 1300 pugliesi (Bari 427; Bat 111; Brindisi 154; Foggia 225; Lecce 237 e Taranto 148) hanno presentato richiesta di pensionamento, su un dato nazionale di 15000 domande”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui