Cabtutela.it
acipocket.it

Le 14 città metropolitane, compreso Bari, potrebbero avere una deroga alla chiusura dei negozi di domenica. Dopo l’intervento del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, contro la posizione di Di Maio sul tema, anche gli altri sindaci hanno deciso di dire la loro sulla questione: i primi cittadini delle 14 città metropolitane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia).

Al momento l’accordo che hanno trovato M5s e Lega è quello di indicare la strada alle Regioni che dovranno decidere poi come muoversi. La maggioranza ha fissato un tetto massimo: le saracinesche dovranno essere alzate non più di 26 domeniche all’anno e di 4 giorni festivi.
Per ora non c’è nulla di certo se non che le domeniche non saranno sicuramente più liberalizzate ma si tornerà indietro quando a decidere il calendario delle aperture straordinarie erano i singoli territori.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Dato che si tratta non di chiusura contemporanea dei negozi ma di rotazione nelle aperture, la levata di scudi di sindaci come Sala a Milano o Decaro a Bari dimostra ancora una volta la soggezione nei confronti dei grandi centri commerciali, di fatto gli unici avvantaggiati dalle aperture domenicali selvagge introdotte da Monti sulla base della legge soprannominata non a caso “Ipercoop”.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui