Tirati in ballo dal consigliere comunale di centrodestra, Giuseppe Carrieri, Manuela Magistro e il presidente del consiglio comunale di Bari, Michelangelo Cavone, replicano alle accuse

“Oggi – dichiara Cavone – è stato fatto impropriamente il mio nome su diversi giornali, relativamente a incarichi della Città metropolitana. Io non conosco né ho mai conosciuto i signori Giuseppina Tagliarini e  Giovanni Pennisi. Il consigliere Carrieri ha perso ancora una volta l’occasione per tacere. Piuttosto si confronti politicamente sui temi della campagna  elettorale invece di parlare di gossip assolutamente fantasiosi”.
Minaccia querela l’avvocato Magistro: “Sono costretta a dover rispondere per chiarire alcuni aspetti confusi e diffamatori contro la mia persona. Peraltro, proprio in questo pre elettorale che mi vede impegnata che mi vede candidata a sostegno del sindaco Decaro. Primo fra tutti, la mia candiatura nelle liste di Forza Italia. Non ricordo di essermi mai candidata in alcuna campagna elettorale, finanche quelle per le elezioni studentesche. Pertanto, la mia partecipazione alle Amministrative del 2014 nelle liste di Forza Italia è pura invenzione, montata per ostacolarmi a pochi gorni dal voto. Secondo, e aspetto non meno importante, riguarda il mio ruolo nel Nucleo di valutazione e controllo stategico della Città metropolitana con nomina nel febbraio 2019. La prima volta che fui richiamata a ricoprire incarichi similari, confermati negli anni, risale al 2009 quando presidente della Provincia di Bari era professore Francesco Schittulli (nella cui coalizione proprio l’avvocato Carrieri era candidato). Una nomina effettuata, come tante altre ricevute, grazie alla mia professionalità, alle competenze e al curriculum maturato e di pubblico dominio. Pertanto invito il collega Carrieri a moderare i toni dei suoi interventi mirati solo a screditare candidati di altro schieramento e a documentarsi prima di rilasciarli”.

Replica a Carrieri anche Diego De Marzo, candidato nelle liste di Decaro.

“In merito all’articolo pubblicato su alcuni organi di informazione che riportano la nota a firma del sig. Giuseppe Carrieri tengo a chiarire la mia posizione per rettificare le errate informazioni contenute nell’articolo di riferimento ed assolutamente diffamatorie nei confronti della mia persona e non corrispondenti alla realtà dei fatti.

Ci tengo a precisare di aver avuto l’onore di ricoprire il ruolo tecnico di componente dei nuclei di valutazione della città metropolitana di Bari dal 2015 con impegno e dedizione ed avendone tutti gli opportuni titoli professionali. Ad oggi non ricopro più tale carica avendo rassegnato le mie irrevocabili dimissioni nel mese di aprile 2019. Pertanto le informazioni espresse dal sig. Carrieri oltre che essere totalmente ineleganti nei confronti di un professionista iscritto all’ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bari, sono peraltro non corrispondenti alla realtà dei fatti.

Specifico che le mie dimissioni antecedenti al momento della presentazione delle liste non erano in alcun modo dovute per legge, ma sono soltanto frutto di una serena riflessione personale della quale non voglio farmi alcun vanto ma che devo necessariamente oggi esternare per difendere la mia immagine di uomo, di professionista e di candidato al consiglio comunale di Bari.

Non spenderò altre parole perché per rispetto di amici e sostenitori voglio evitare di perdere tempo parlando del sig. Carrieri o di altri; preferisco continuare la campagna elettorale concentrandomi sulle nostre idee, sulle nostre proposte e sul nostro entusiasmo unitamente a tutto il gruppo che mi sostiene. Mi riservo di adire ogni via legale a tutela della mia persona”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here