«L’esperienza di molte amministrazioni di occuparsi dei più deboli, di andare sui territori dove c’è maggiore disagio economico e sociale può essere un esempio. Nel mio primo mandato ho aperto parchi, giardini, un ponte avveniristico, ma la cosa di cui vado più orgoglioso è aver cancellato la tendopoli in cui vivevano oltre cento senza fissa dimora, creando case di comunità dove tutti hanno la dignità di avere una stanza con un bagno». È quanto spiega alla Stampa Antonio Decaro, sindaco di Bari del Pd, rieletto con un boom di preferenze.

Alla domanda su che cosa abbia determinato in questi ultimi anni la disaffezione verso il centrosinistra, Decaro risponde: «Credo che spesso noi cittadini cerchiamo una soluzione immediata: prima con Berlusconi poi con Renzi, Di Maio, e ora con Salvini. Si cerca qualcuno che dia soluzione ai problemi nel breve periodo, ma i problemi complessi hanno bisogno di lungo tempo. Stavolta hanno dato fiducia a una persona che ha cercato di imporre la sua idea, ha dettato l’agenda politica del Paese, ma prima o poi a chi governa vengono chieste risposte».

«Sono anche presidente dell’Anci – aggiunge – come prima cosa chiediamo a Salvini e al governo di ridarci i nostri soldi».

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

2 COMMENTI

  1. Il segreto di Decaro: non dire mai nulla in fondo e così evitare i problemi.
    Ora chiede che gli siano ridati i soldi ma non si capisce quali e perché gli sarebbero stati tolti.
    È per questo che Decaro va bene per tutti.

  2. Caro De Caro che solo i giardini e i rondò e piste ciclabili hai fatto e qualche parco ,ma Bari ha bisogno di qualcosa altro …. sembra che non te nei sei accorto ma Bari è una città che sta morendo …..degrado in periferia ,commercio soffocato da una burocrazia comunale e da una polizia urbana che fa solo multe per far cassa (ad es.ora che metterai i controlli ai cari incroci di via Sparano con il limite di 10 km/h non è certo per i pedoni che solo il sabato li animano …. e allora chiudi il centro murattiano)…..e poi il ponte Adriatico…..bello si ma come funziona non è il meglio quando c’è traffico con quei due rondò…. non c’era altra soluzione…….via Sparano effetto cannocchiale non mi piace perché la via sembra morta….a dire il vero qualcosa di verde non ci sarebbe stata male e non agli angoli…..e i giardini fanno pena ….. che tu fai i parchi ed i giardiniecvo e poi la manutenzione fa schifo … io faccio parte del 40% che non ti ha votato….Sindaco Lei non mi piace perché incarna quella politica di Sin. che si è radicata sul territorio avendo avuto come mentore Emiliano che di disastri e schifezze ne ha fatte a Bari ed in Regione pure ed anche a livello nazionale, quindi la sin. a Bari e come le metastasi di un cancro irreversibile che solo la morte potrà porre fine allo sfacelo di una città moribonda e degradata

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here