Le elezioni comunali a Bari del 26 maggio, con la netta affermazione del sindaco uscente Antonio Decaro, hanno creato malumori e divisioni all’interno del partito cittadino di Forza Italia. In un lungo post sui social, il deputato Paolo Sisto descrive il “candidato sindaco  Di Rella ‘ombra di se stesso’, dai trionfali propositi e previsioni al desolante flop di consensi e appeal”. E aggiunge: “Un disastro non annunciato”.

Non si fa attendere la risposta di Pasquale Di Rella, che scrive su Facebook: “Da oggi non polemizzo più, querelo chiunque si permetta di diffamarmi tramite social o stampa”.

I risultati ufficiali hanno decretato la vittoria di Antonio Decaro, sindaco uscente, riconfermato alla guida di Bari con la percentuale del 66,24%. Per la coalizione di centrodestra e liste civiche, Di Rella staccato al 23,6%. Debacle anche per il Movimento 5 Stelle, Maria Pani 8,6%.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

4 COMMENTI

  1. In realtà è tutta una questione interna a Forza Italia, di cui Sisto fa parte. Forza Italia è stata responsabile della candidatura di Di Della alle primarie, unitamente a Giacomo Ulivieri.

  2. Il fatto che Di Rella minacci querele per delle semplici obiezioni per giunta di suoi alleati spiega a posteriori una certa diffidenza degli stessi “alleati” verso certi aspetti un po’ rigidi del suo carattere.

  3. Mi pare che Sisto da buon avvocato si sia preso l’onere di rappresentare delle perplessità molto diffuse in campagna elettorale e tenute nascoste per ovvi motivi.

  4. Qualcuno sospetta che Forza Italia a livello nazionale abbia fatto un favore al Pd candidando contro Decaro una figura poco competitiva.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here