I campetti da calcio sotto la muraglia di Bari vecchia tornano lentamente a perdere pezzi. Rimessi a nuovo nell’ottobre del 2015 (con il ripristino del manto erboso porte e recinzioni), da allora sono stati vandalizzata più volte: panchine senza doghe e danneggiate, perimetro ormai fatiscente in alcuni punti, rifiuti sul selciato.

L’area giochi dedicata a Michele Fazio, l’adolescente di Bari vecchia ucciso per errore in una sparatoria tra clan, ha rappresentato un simbolo di riscatto e solidarietà: “Tutti i ragazzi di prendersi cura di questi spazi, come devono prendersi cura del loro futuro, perché tutti noi da piccoli abbiamo fatto grandi sogni con un pallone tra i piedi”, aveva commentato il sindaco Antonio Decaro all’inaugurazione di quattro anni fa. Le premesse non si sono mantenute nel corso del tempo. Il degrado è tornato, anche in un playground in piena zona turistica.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

2 COMMENTI

  1. Ma se in quei campetti il pomeriggio gioca la squadra dei piccoli (e mica tanto) Vandali contro quella dei Distruttori non si può pensare di rifare ogni anno il campetto per farli felici o solo per fare un po’ di retorica sul recupero attraverso lo sport.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here