L’associazione residenti San Cataldo organizza, ormai da tempo, visite al faro di Punta San Cataldo per far conoscere innanzitutto ai residenti del proprio quartiere il loro “bel vicino di casa” ed anche a tutti i cittadini quello che ormai è ufficialmente diventato uno dei simboli della città: la sua storia, lo splendido edificio con il suo bel giardino, il funzionamento della sua lanterna da quando è stato costruito fino ai giorni nostri ed anche gli importanti esperimenti scientifici di Guglielmo Marconi che avvenivano a pochi metri dal Faro. Quest’anno sono stati anche festeggiati i 150 anni del monumento. (In questo video la vista dall’alto del faro).

Insieme alle altre associazioni di Rete Civica urbana l’obiettivo è  la promozione del territorio per mettere in evidenza la bellezza e l’unicità della penisola di San Cataldo e di tutti i quartieri sul mare e valorizzarli sempre più come risorse turistiche, artistiche, culturali e del tempo libero.

Appuntamento quindi venerdì 12 e sabato 13 luglio alle ore 09,30 con le visite guidate sul faro a cura dell’associazione residenti San Cataldo. Evento gratuito promosso dal programma della RCU San Girolamo – Fesca – Marconi – San Cataldo. Le prossime visite partiranno dal mese di settembre e dureranno per oltre un anno.

Intanto  martedì 9 Luglio si terrà dalle ore 19,00 nel giardino del Faro (via Tripoli) una serata organizzata  dall’APS Genitori Marconi in collaborazione con Alexott, ARSC e Autorità portuale del Mare Adriatico meridionale. La serata si aprirà con la presentazione del libro “Puglia: viaggio nel colore” (Adda editore), scritto dalla giornalista Enrica Simonetti (fotografie di Nicola Amato). Dialogheranno con l’autrice Silvio Maselli e Tina Ottavino.

A seguire concerto di musiche dal mediterraneo a cura dell’Ensemble “Radicanto”; infine, dopo le ore 22,00, visita guidata al faro a cura dell’ “Associazione Residenti San Cataldo”. L’ingresso all’evento è libero e gratuito ma per intervenire è necessario prenotarsi alla mail genitorimarconiaps@gmail.com. I primi 40 prenotati che ne faranno richiesta potranno accedere al Faro al termine del concerto organizzati in due gruppi da 20 unità.

Le prenotazioni che perverranno oltre gli 80 posti non daranno diritto al posto a sedere ma tutte e tutti sono benvenuti a questa prima giornata di festa dedicata ad uno dei luoghi più suggestivi e fascinosi della città di Bari.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here