Ieri i lavoratori della FLMU CUB  di Bari della Olisistem Start di Modugno, insieme ai colleghi non iscritti al sindacato hanno dichiarato un’ora di sciopero con presidio dell’ingresso della sede aziendale per protestare contro il trasferimento di Ramo d’azienda e contestuale spostamento della sede produttiva, che non garantirebbe il totale mantenimento occupazionale dei 450 lavoratori impegnati nell’impianto produttivo.

“Nonostante la matematica sicurezza che, perdendo la commessa della Sorgenia il call center non avrebbe la possibilità di salvaguardare tutti i posti di lavoro – si legge in una nota –  i sindacati confederali si ostinano a trasferire la sede produttiva presso altre società che non solo prevedono un taglio di stipendio per i lavoratori trasferiti ma bensì mettono a rischio centinai di posti di lavoro di uomini e donne con contratti somministrati che non potrebbero più lavorare. La CUB di BARI non intende accettare tale situazione, mercoledì in occasione dell’incontro che si terrà a Roma tra le società interessate e i sindacati nazionali senza le rsa territoriali, intende portare un presidio di lavoratori a chiedere dei propri diritti. Nessun accordo che non preveda la totale garanzia occupazionale dei 450 lavoratori dell’impianto”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...