Quarta giornata del campionato di Serie C, girone C. La Ssc Bari dopo la vittoria al 94′ conquistata a Rieti torna tra le mura amiche per affrontare la Reggina. Sugli spalti si attende una vera festa di sport a suggellare lo storico gemellaggio tra le tifoserie, mentre in campo è rebus formazione. Il mister biancorosso Giovanni Cornacchini oltre a confermare in attacco Antenucci potrebbe confermare fin dal primo minuto l’ariete Ferrari, determinante nell’ultima giornata. Resta da capire se Cornacchini sceglierà il 3-5-2 o un modulo più difensivo.

Bari-Reggina conta 18 precedenti ufficiali allo stadio pugliese, due dei quali sono stati giocati in Serie A. Fu 1-1 il 21 novembre 1999, fu 2-1 per i biancorossi il 21 gennaio 2001, con – in entrambi i casi – allenatori Eugenio Fascetti per i “galletti” e Franco Colomba per gli amaranto. In entrambe le partite andò in rete – sempre su rigore – Daniel Andersson, firmando l’1-1 al 90’ nel primo match, il 2-1 decisivo al 80’ nel secondo.

Si ritrovano di fronte in gare ufficiali dopo 6 stagioni: l’ultima volta fu in B, stagione 2013/14. Il Bari, nelle ultime due stagioni in cui ha fronteggiato i calabresi, non ha mai segnato: doppio k.o. per 0-1 nella B 2012/13, 0-1 in casa e 0-0 al “Granillo” nel 2013/14. L’ultima rete biancorossa contro gli amaranto è stata firmata da Adrian Stoian, 88’ di Bari-Reggina 2-1 dell’11 marzo 2012, in B. Un digiuno lungo 362’. Il Bari ha calciato 3 rigori nei primi 3 turni della serie C girone C, tutti realizzati da Antenucci. La formazione biancorossa è la regina di tutti i gironi di Lega Pro per numero di penalties a favore dopo 270’ di gioco.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here