L’hanno aperto domenica e oggi è già arrivato a 28 mila membri, con un aumento esponenziale dei numeri senza soste, uno dei gruppi su Facebook sorti a sostegno del Movimento delle “Sardine” emiliano-romagnole. A fondarlo e a ricoprire il ruolo di amministratori Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, giornalista e vicecoordinatore di Italia in Comune Puglia, Grazia De Sario, pugliese di Barletta, anche lei di Italia in Comune, e Susy Ioveno, commercialista di origine napoletana ma trapiantata a Milano, ecologista e promotrice di iniziative di solidarietà con i migranti. Tra gli amministratori figura anche Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto, nel barese, vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune.

“Arcipelago delle Sardine” è il nome del gruppo. «In questo momento – spiega Carlucci all’Adnkronos – c’è grande fermento nell’area progressista tra quelli che vogliono portare avanti politiche sociali e per l’ambiente. Ci sono tanti gruppi che stanno nascendo: Green Italia, Volt, Tema, Verdi, Senso comune. C’è un dibattito interessante anche nel Pd. Io faccio parte di Italia in Comune – continua – e stiamo portando avanti il progetto di Movimento civico di Pizzarotti però vorremmo confrontarci anche con tutti gli altri, evitando il settarismo e la frammentazione che è il rischio e il male di cui soffre la nostra area. Vorremmo trovare un luogo dove tutti queste anime comincino a ragionare». «Abbiamo visto che il Movimento delle sardine – sottolinea Carlucci – supera le divisioni che imbrigliano l’azione politica di resistenza al fascismo e al razzismo dilaganti. L’idea è stata quella di sostenerli e incoraggiarli. Preciso che noi non vogliamo mettere il “cappello” su queste manifestazioni. Vorremmo che fosse di tutti e di nessuno. Questo movimento è nato soprattutto in e per l’Emilia Romagna, per sostenere la resistenza di una delle regioni nata dai valori antifascisti e della Resistenza, che ha garantito per 70 anni un welfare e una qualità di servizi che molte altre regioni si sognano. Pur con le incrostazioni di potere e pur con i limiti che ha quel modello, esso garantisce una qualità della vita che va difesa», continua.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here